Indietro

Prostatite: infezione della prostata

clicca per votare





Antibiotico Antibiotico Dolore alla schiena Dolori a schiena e glutei Prostata Prostata


Scritto da

Massimo Miliani, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 04/08/2010

Modificato il 04/08/2010

Con il termine prostatite si intende una generica infiammazione della prostata o un'infezione causata da batteri, veicolati dal sangue e più raramente dall'uretra. La prostatite acuta si manifesta con febbre, dolore, difficoltà a urinare e disturbi sessuali; la prostatite cronica, più frequente sopra i 50 anni, altro non è che la cronicizzazione di una forma acuta ed è accompagnata anche da sintomi generali, come stanchezza, dimagrimento, scarso appetito.
Più nello specifico le prostatiti sono classificate in quatttro grandi classi a seconda della loro specificità.

 

Quattro categorie, sintomi simili
La prima categoria è rappresentata dalla prostatite batterica acuta, caratterizzata da fatica a urinare, dolori alla schiena e presenza di batteri nelle urine, soprattutto Escherichia Coli e Klebsiella Enterobatteri. La terapia si basa sull'antibiotico giusto in grado di debellare i batteri che causano la prostatite. Degenera nella seconda categoria quando la prostatite batterica diventa cronica e quindi grave: di fatto è piuttosto rara e colpisce prevalentemente il tratto urinario. Anche in questo caso sono fondamentali le terapie antibiotiche.

 

Alle volte la colpa è dello stress
La terza categoria della prostatite è rappresentata da una sindrome dolorosa pelvica cronica (CPPS), caratterizzata da dolori che si protraggono per più di 6 mesi. I sintomi sono dati da un forte dolore nella zona dei glutei e all'interno del pene e da una elevata frequenza di minzione. Un altro sintomo è il dolore post eiaculatorio, condizione che permette di distinguere la CPPS dall'ipertrofia prostatica benigna. Le cause sono perlopiù ignote: si suppone che a monte di tale patologia ci possa essere l'ansia che in pazienti predisposti porta a sensibilizzare la zona pelvica aumentando la tensione muscolare. Le terapie si basano su un approccio multimodale, costituito da esercizi per il rilassamento muscolare e l'utilizzo di fitoterapici. Pur essendo la tipologia di prostatite più diffusa, non esiste un metodo diagnostico univoco in quanto le cause sono poco conosciute.
La quarta categoria di prostatite è asintomatica, perché è caratterizzata dalla mancanza di disturbi fisici nonostante la presenza di alcuni batteri nelle urine. La terapia si basa sulla somministrazione di un antibiotico utile all'eliminazione dei batteri riscontrati.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 19/10/2017