Indietro

Varicocele: dilatazione patologica delle vene nello scroto

clicca per votare





Dolore zona pelvica Varicocele coppia Infertilità Scroto Varicocele


Scritto da

Massimo Miliani, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 03/08/2010

Modificato il 03/08/2010

Il varicocele è una dilatazione patologica del sistema vascolare dello scroto che si manifesta con dolore ai testicoli. È una malattia la cui patogenesi non è ancora chiaramente conosciuta, sebbene la debolezza congenita delle pareti venose sia riconosciuta come una delle cause determinanti. Il varicocele è una patologia tipicamente maschile, che in alcuni rari casi può però interessare anche le vene ovariche femminili.

 

Alle volte i sintomi non sono visibili
La grandezza del varicocele determina l'intensità dei sintomi che, nei casi più lievi, risultano addirittura nulli. Generalmente il paziente affetto da varicocele riscontra dolore diffuso nella zona pelvica causato dall'eccessiva pressione esercitata dal sangue sulle pareti delle vene dilatate. Il dolore aumenta se il paziente è in piedi o se sta effettuando esercizio fisico.
Il secondo grande sintomo causato dal varicocele è l'infertilità o più precisamente l'azoospermia maschile, ossia la mancanza di spermatozoi nel liquido seminale. Ciò è dovuto all'innalzamento di qualche grado della temperatura del testicolo (causato dall'aumento della pressione sanguigna) che altera drasticamente la produzione di spermatozoi.
Quando invece il rigonfiamento del testicolo è causato da un accumulo di liquido trasparente attorno al testicolo stesso, si parla di idrocele: a differenza del varicocele, non altera la funzionalità sessuale e quindi la fertilità, ma può essere la manifestazione di una malattia importante come una grave infezione o un tumore ai testicoli.

 

L'operazione al varicocele
Basta una semplice visita urologica o andrologica per diagnosticare correttamente un varicocele in quanto lo scroto si presenta leggermente ingrossato e i testicoli gonfi. È necessario, tuttavia, fare attenzione a non confondere questa patologia con un'altra molto simile a carico dell'epididimo (epididimite) che aumenta anch'essa il volume percepito dello scroto.
A supporto della visita medica è necessario approfondire le cause alla base dell'insorgere del varicocele tramite esami più precisi come l'Eco-Doppler.
Gli interventi più utilizzati per far fronte a questo diffuso problema maschile sono la sclerotizzazione percutanea della vena dilatata mediante catetere (in anestesia locale) e l'intervento chirurgico di sclerotizzazione. Entrambe le possibilità mirano all'individuazione della vena (tramite sondino o tramite apertura della parte) e alla conseguente occlusione della stessa.

 



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2012 - 2013
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Aggiornato al 22/10/2014