Indietro

Lifting: intervento di chirurgia plastica per il ringiovanimento della pelle del viso

clicca per votare





Lifting Lifting o face-lift Medico Gli Specialisti Viso La cura della bellezza


Scritto da

Massimo Miliani, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 04/08/2010

Modificato il 04/08/2010

Il lifting al volto, detto anche face lift o, più correttamente, ritidectomia, è un intervento di chirurgia plastica volto a migliorare l'estetica del viso mediante l'eliminazione delle imperfezioni cutanee dovute all'età. L'operazione consiste in alcune piccole incisioni per mezzo delle quali si solleva il tessuto (dall'inglese “to lift”, da qui il nome) e lo si mette in trazione, asportandone la quantità in eccesso. Il lifting è utilizzato per modificare tutte le zone del volto, dal collo agli zigomi, dalla fronte agli occhi: non è tuttavia indicato per eliminare le cosiddette “zampe di gallina” oppure le rughe d'espressione intorno alle labbra, perché si tratta di segni prodotti dalle ripetute contrazioni muscolari e non propriamente dall’invecchiamento.

 

Il post lifting
A seconda della tipologia, l'intervento si può svolgere in anestesia locale o generale e obbliga al ricovero di almeno un giorno.
Le incisioni vengono effettuate dietro le orecchie, più precisamente dietro la linea dei capelli, in modo da minimizzare l'impatto estetico delle cicatrici, comunque molto piccole. Raramente può capitare che i tagli presentino una cattiva cicatrizzazione, e infatti il fenomeno rientra in una percentuale molto bassa di casi. È necessario evitare l'esposizione al sole per qualche mese.
Ad ogni modo, oltre alle cicatrici, sono possibili alcune complicanze, come ematomi (guaribili normalmente in un paio di settimane), danni al nervo grande auricolare e al nervo facciale, cedimenti cutanei e alterazione dei lineamenti del viso e della loro simmetria.
Inoltre, un anno dopo l'intervento di lifting, la pelle può comunque ricominciare a perdere tonicità a causa dell'invecchiamento.

 

Le nuove tecniche di lifting
È importante premettere che la cura della bellezza è una specializzazione al confine tra la chirurgia e l'estetica e che quindi ha permesso la proliferazione di una serie di strutture abilitate a trattamenti di cosmesi, ma prive, anche per legge, delle competenze e dall'equipaggiamento necessari per effettuari interventi, invasivi e non. Per questa ragione è sempre bene appoggiarsi a strutture mediche accreditate.
Gli interventi più richiesti degli ultimi anni sono di mini-lifting, ossia che riguardano solo una parte del viso (come la blefaroplastica per il ringiovanimento della zona occhi) e il cosiddetto happy-lift che consiste nell'inserimento sottocutaneo di piccoli fili uncinati e riassorbibili in grado di tendere la parte del viso da modificare. L'effetto dura circa un anno e ha rare controindicazioni.
Da segnalare anche il lifting muscolo-cutaneo che, come dice il nome, non interviene solo sulla pelle, ma anche sulla muscolatura sottostante, altrettanto interessata dagli inevitabili cedimenti dovuti all'età; anche in questo caso le cicatrici sono posizionate dietro le orecchie.
Un'altra forma di lifting facciale che potremmo definire a tempo determinato e alternativo all'intervento è quello tramite tossine, introdotto come metodologia per spianare la fronte: il più conosciuto prevede l'iniezione, in più sessioni, di botox, nella parte di pelle interessata: è la forma purificata della tossina botulinica, prodotta da un batterio che si chiama Clostridium botilinum, e la sua proprietà consiste nell'inibire le contrazioni muscolari. Tra le tecniche che impiegano sostanze iniettabili (tramite i cosiddetti filler) c'è il riempimento delle rughe con acido ialuronico, un polisaccaride fondamentale dei tessuti connettivi perché ne regola il contenuto idrico: l'impiego dell'acido ialuronico è diffusissimo anche nell'industria cosmetica per la produzione di creme antirughe per il viso.
Molto richiesto anche il laser frattale per rendere la pelle più liscia e senza macchie.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

  • il 30/12/2014

    yogaelena ha commentato:


    Io sono contro il lifting e le tecnichee prodotti di belleza artificiali. Secondo il mio pariere la cosa migliore è accetare noi stessi con i nostri difetti. Basta avere una alimentazione più salutare e praticare sport come lo yoga ogni giorno per avere una pelle più giovane e sana. Non utilizzare troppo Make-Up e via!

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 09/12/2016