Indietro

Tiroidite di Hashimoto: patologia autoimmune di tiroidite cronica

clicca per votare





Infiammazione alla tiroide Infiammazione alla tiroide Tiroidite di Hashimoto Tiroidite di Hashimoto Un sintomo diffuso Un sintomo diffuso


Scritto da

Daniela Gallotti, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 05/07/2010

Modificato il 05/07/2010

In genere si parla di tiroidite per indicare una forma di infiammazione della tiroide: la si indica come acuta quando è causata da un'infezione batterica e come subacuta quando l'origine è invece virale. La tiroidite di Hashimoto è la forma più diffusa di tiroidite cronica, che dà sintomi inziali molto simili all'ipertiroidismo ma che evolvono nell'ipotiroidismo, e che deve quindi essere riconosciuta da un endocrinologo.

 

I sintomi confusi della tiroidite di Hashimoto
Si tratta di una patologia non semplice da diagnosticare, proprio perché i sintomi non sono facilmente distinguibili: ci sono casi quasi asintomatici, casi in cui i sintomi possono essere confusi con altre patologie e casi in cui i disturbi fluttuano da uno stato all'altro. Come dicevamo, la fase iniziale manifesta i segni dell'iperfunzione della tiroide (nervosismo, insonnia, facile sudorazione), che poi scivola verso un progressivo ipotiroidismo (stanchezza, mancanza di concentrazione, aumento di peso).

 

È una malattia autoimmune: il corpo attacca se stesso
La particolarità della tiroidite di Hashimoto (erroneamente chiamata anche tiroide di Hashimoto o morbo di Hashimoto) è che si tratta di una malattia autoimmune in cui è lo stesso sistema immunitario dell'organismo ad attaccare la tiroide e a limitarne così progressivamente la secrezione di ormoni: è infatti più diffusa nelle aree ad elevato apporto di iodio e quindi di manifesta come un'anomala e patologica forma di regolazione della tiroide. Oltre che dal quadro clinico e dall'osservazione di un gozzo diffuso con uno o più noduli, la diagnosi è infatti facilitata anche dal ritrovamento nel sangue di anticorpi antitiroide.
L'insorgenza della tiroidite di Hashimoto è spesso giovanile e nella maggior parte dei casi la guarigione è spontanea. Nei casi in cui, invece, non ci fosse regressione naturale della malattia, si interviene soprattutto con la somministrazione di antinfiammatori, corticosteroidi e, nella fase dell'ipotiroidismo, di L-tiroxina per riportare il TSH nei limiti della normalità.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 03/12/2016