Indietro

Rinite Vasomotoria: cause, sintomi e cura

clicca per votare





Rinite Vasomotoria Rinite Vasomotoria


Scritto da

Scripta Firenze


Pubblicato il 20/06/2013

Modificato il 20/06/2013

La rinite vasomotoria è una rinite cronica, non allergica, caratterizzata da naso che cola costantemente, starnuti e naso chiuso.

 

Cause

La rinite vasomotoria non è causata da un'infezione o un'allergia. La causa della rinite vasomotoria non è nota. Sembra che ci sia una risposta ipersensibile agli stimoli come un ambiente asciutto, agenti atmosferici inquinanti, cibi piccanti, alcool, forti emozioni, e alcuni farmaci. Infatti l'assenza di particelle in aria, tra cui pollini, polvere, muffe, o peli di animali può creare fastidio alle persone con rinite vasomotoria, anche se non sono in realtà allergici a queste cose.

Le cause sono scatenate da qualcosa che irrita il naso, come ad esempio:

- aria secca,

- inquinamento atmosferico,

- alcol,

- cibi piccanti,

- forti emozioni,

- alcuni farmaci,

- cambiamenti ormonali (gravidanza, ipotiroidismo)

- alcune attività come l'esercizio fisico intenso o attività sessuale,

- eosinofilia ovvero l’incremento degli eosinofili.

 

Si può essere predisposti a rinite vasomotoria se si ha avuto un trauma nasale o se si è affetti da reflusso gastroesofageo. Alcuni esperti ritengono che le persone che sono inclini allo sviluppo di rinite vasomotoria possono avere un sistema nervoso autonomo eccessivamente sensibile.

 

Sintomi

- naso che cola con muco chiaro e acquoso,

- congestione nasale (naso chiuso),

- starnuti

- scolo nasale acquoso (rinorrea)

I sintomi della rinite vasomotoria possono aumentare quando ci sono forti odori o profumi, alle variazioni di temperatura, o si provano alcune emozioni, o quando si è esposti a luci brillanti.

 

Diagnosi

Non ci sono test specifici per diagnosticare la rinite vasomotoria. E’ importante una visita specialistica effettuata dall’otorinolaringoiatra che analizzerà quando i sintomi si verificano, e quello che sembra innescarli. scrivere tutti i posti, le attività, gli odori, alimenti, o altre condizioni che sembrano scatenare i sintomi. Questo può anche essere utile per il trattamento, perché una volta che i trigger sono identificati, potrebbero essere evitati o ridotti al minimo.

Inoltre l’osservazione, da parte dell’otorinolaringoiatra, del  naso è importante per vedere se i tessuti che rivestono il naso sono gonfi a causa di una infiammazione dei vasi sanguigni.

Possono essere prescritti:

- test allergici escludere eventuali allergie come causa dei sintomi.

- esami del sangue per determinare i livelli ematici totali di IgE

- esami del sangue per determinare i livelli ematici totali degli eosinofili

 

Cura

La cura per la rinite vasomotoria si concentra sul controllo dei sintomi evitando le cose che li scatenano. Ci sono diversi farmaci che possono essere utilizzati per controllare questi sintomi, tra cui spray nasali che sono disponibili solo su prescrizione medica come decongestionanti o spray nasali antistaminici. Ricordiamo che i farmaci corticosteroidi non devono essere utilizzati per più di 3 giorni perchè causano assuefazione.



Fonti:

Vedi Link: http://goo.gl/fpi1vhttp://goo.gl/3MxvVhttp://goo.gl/OipFE





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 05/12/2016