Indietro

Tonsillite: infiammazione acuta delle tonsille

clicca per votare





Infezione I più a rischio termometro Sintomo principale tonsille La causa pricipale


Scritto da

Massimo Miliani, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 04/08/2010

Modificato il 04/08/2010

La tonsillite è un'infiammazione delle tonsille e della faringe causata principalmente da virus (Virus di Epstein-Barr, H. Influenza) o da batteri (streptococchi β-emolitici di gruppo A, stafilococco).
Questa infezione colpisce prevalentemente i bambini fino ai dieci anni di età (in Italia, in particolare nei mesi compresi tra settembre e l'inizio della primavera).
La tonsillite causata da streptococchi si trasmette solo tramite stretto contatto e in particolare, durante la fase iniziale della malattia; dopo le prime manifestazioni dell'infezione, infatti, le probabilità di contagio diminuiscono notevolmente.
I sintomi più diffusi della tonsillite sono febbre, spossatezza, faringite, dolore localizzato in gola, difficoltà nella deglutizione, cefalea, abbassamento di voce.

 

Fondamentali gli antibiotici.
In prima istanza, la tonsillite batterica viene curata con terapie di antibiotici (in particolare la penicillina). Quando, però, l'utilizzo dei farmaci risulta insufficiente alla guarigione (poiché l'infezione acuta si manifesta in modo sempre più frequente o addirittura cronico) e la recidiva di tonsille infiammate o gonfie è cronica, il medico può considerare come ultima possibilità di cura l'asportazione chirurgica delle tonsille (tonsillectomia).

 

Tonsillectomia sempre più "fuori moda".
Rispetto a qualche decennio fa, oggi l'asportazione chirurgica delle tonsille viene proposta al paziente (prevalentemente bambini) solo dopo un'osservazione della malattia lunga (della durata di molti mesi) e accurata. A volte la tonsillectomia viene efettuata in concomitanza con l'asportazione chirurgica delle adenoidi.
L'opportunità di eseguire l'operazione dev'essere infatti attentamente valutata dai medici dal momento che la tonsillectomia non è priva di rischi e comporta un periodo lungo e doloroso di convalescenza (da una a tre settimane). Al riguardo, si è inoltre osservato che con la normale crescita dell'individuo i sintomi della tonsillite tendono a diminuire spontaneamente in modo considerevole.

 



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

  • il 07/11/2014

    giuliasca ha commentato:


    il mio nipotino di 7 anni soffre di tonsillite cronica che si manifesta sempre con febbre molto alta. Gli antibiotici risolvono il problema solo per un breve lasso di tempo, così cercando su Internet una soluzione mi sono imbattuta in un nuovo prodotto naturale chiamato SANAPLAX. Grazie ad esso mio riusciamo a tenere sotto controllo il problema di mio nipote. Pertanto consiglio a tutti di prenderlo in considerazione e in caso provarlo.

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 04/12/2016