Indietro

Spondilite: infezione della colonna vertebrale

clicca per votare





Spondilite: infezione della colonna vertebrale Spondilite: infezione della colonna vertebrale Spondilite: infezione della colonna vertebrale Spondilite: infezione della colonna vertebrale Spondilite: infezione della colonna vertebrale Spondilite: infezione della colonna vertebrale


Scritto da

Massimo Miliani, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 04/08/2010

Modificato il 04/08/2010

La spondilite insieme all’artrite reattiva, alcune forme di artrite psoriasica e le artriti associate a malattie infiammatorie intestinali, fa parte del gruppo delle spondiloartropatie.
Tra queste, la spondilite è certamente la patologia maggiormente comune e con il decorso più serio. Nel gruppo delle malattie reumatiche infiammatorie, la spondilite è la diagnosi più comune dopo l’artrite reumatoide. La spondilite è una malattia reumatica infiammatoria sistemica che coinvolge prevalentemente la colonna vertebrale, le articolazioni spinali e sacroiliache. Tale condizione è responsabile di dolori alla spina dorsale, dolore lombare, rigidità, ma anche di notevole riduzione della capacità funzionale articolare. Sebbene la spondilite colpisca inizialmente la colonna vertebrale, spesso è comune il coinvolgimento di spalle, anche, ginocchia e piedi; essendo una malattia sistemica possono venire colpiti anche altri organi quali gli occhi e più raramente il cuore e i polmoni.

 

Sintomi della spondilite.
Solitamente esordisce in maniera graduale prima dei 35 anni e la maggior parte dei pazienti condivide una sintomatologia dominata da un forte mal di schiena e rigidità della parte; la rigidità della schiena si manifesta specialmente di notte e alla mattina presto. Questo fastidio si allevia attraverso l’attività fisica o l’esercizio e alle volte (nei casi più lievi) con una doccia tiepida.

 

Spondilite e invalidità.
La spondilite è una delle malattie reumatiche che può indurre all’invalidità. Il suo decorso varia da individuo a individuo e perciò è impossibile predire in che modo la patologia possa colpire. Con un’adeguata terapia farmacologica che minimizzi la rigidità e il dolore alla spina dorsale, e con l’esecuzione quotidiana di esercizi che mantengano un buon livello di mobilità, forza muscolare e posture, la maggior parte delle persone affette da spondilite rimane pienamente attiva e inserita nel proprio ambiente lavorativo.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 07/12/2016