Indietro

Con l'implantologia dentale la masticazione diventa efficace

clicca per votare





Calco dentale Denti artificiali Implantologia Implantologia Viti per impianto Viti al titanio


Scritto da

Francesco S. Cantù, giornalista pubblicista (Ordine giornalisti della Lombardia) tessera N° 118321


Pubblicato il 02/10/2009

Modificato il 02/10/2009

L’implantologia dentale è una branca dell’odontoiatria che si occupa degli impianti dentari cioè degli interventi chirurgici con i quali denti mancanti sono sostituiti anziché col tradizionale ponte con denti artificiali fissati, generalmente con viti al titanio. In sostanza ricostruisce il patrimonio dentale perduto nel modo più simile e reale possibile sia a livello estetico sia a livello funzionale, ossia la masticazione.


L’implantologia dentale moderna si è sviluppata tra gli anni ’50 e ’60 del secolo scorso e il suo principio non è adattare l’osso all’impianto, ma viceversa, e consiste nell’inserimento di pilastri o viti nell’osso della mascella o della mandibola che dopo essersi integrati con l’osso stesso, potranno ospitare dei denti artificiali. Come si diceva le protesi non vengono più ancorate ai denti naturali adiacenti, i cosiddetti ponti, ma solo ai pilastri.


Gli impianti possono sostituire un dente singolo, un gruppo di denti oppure essere utilizzati per stabilizzare una protesi totale. Attualmente il materiale che viene più utilizzato è il titanio, assai biocompatibile e che non provoca fenomeni di rigetto da parte dell’organismo in quanto è un materiale inerte.


Le operazioni di implantologia dentale possono prevedere un’unica seduta oppure un paio, nella prima si lascia fuori dalla gengiva parte dell’impianto per poterlo connettere al dente, nella seconda delle ipotesi si effettua l’operazione dopo 3-6 mesi a seconda della posizione degli impianti e della qualità dell’osso. Il secondo intervento riporta alla superficie l’impianto precedentemente sepolto nella gengiva, quindi l’odontoiatra procede alle costruzioni dentali definitive che possono essere in ceramica, vetropolimero o resina.


Domande più frequenti

1. Quali sono i vantaggi dell’implantologia?
Sostituisce i denti mancanti in modo duraturo, conserva l’anatomia di ossa e gengive.

2. È efficace per tutti i soggetti?
L’implantologia è sconsigliata a quei pazienti affetti da patologie circolatorie, diabete o sottoposti a radioterapia.

3. Chi è affetto da osteoporosi può sottoporsi a un intervento di implantologia?
Dipende da soggetto a soggetto, ma di solito la mandibola viene risparmiata da questa affezione.

4. Qual è la percentuale di successo dell’implantologia?
Questi interventi hanno successo nel 96-97% dei casi. Per successo s’intende la perfetta integrazione dell’impianto nell’osso e la stabilità della protesi.

5. Quanto può durare l’impianto?
In genere 15-20 anni.

6. Cosa bisogna fare per mantenere l’impianto il più a lungo possibile?
Valgono le stesse regole per chi ha denti perfettamente sani e una bocca priva di impianti: accurata igiene orale, lotta senza quartiere alla placca batterica e sottoporsi almeno una volta ogni 6 mesi a un controllo dentistico.

7. La placca batterica può attaccare anche un dente finto?
No, ma la placca può danneggiare o distruggere l’osso in sede perimplantare.

8. Quanto dura mediamente un intervento?
Circa 20-30 minuti per ogni impianto inserito salvo controindicazioni.

9. Occorre assumere antibiotici?
Di solito l’odontoiatra lo prescrive per evitare eventuali infezioni.

10. L’intervento fa male?
Né più né meno di una qualsiasi estrazione, comunque l’odontoiatra prescrive degli analgesici per alleviare il leggero dolore nelle ore dopo l’intervento.




Fonti:

Rook A. "Textbook of Dermatology" - Fourth Edition Blackwell Scientific Publ. 1986
Caputo R., Monti M. "Manuale di Dermocosmetologia Medica" - Raffaello Cortina Editore 1995
A. Haynal, W.Pasini "Medicina Psicosomatica" - Ed. Masson, 1999
Crepaldi C., Baritussio A. "Trattato di Medicina Interna" - Ed. Piccin Nuova Libraria S.P.A., 2002
Beers M.H. "Il Manuale Merck per la Salute" - Raffaello Cortina Editore 2003
Kidd E.A.M., Smith B.G.N., Watson T.F.  "Pickerd's Manual of Operative Dentistry" - Eighth Ed. Oxford Univ. Press 2003
Janis J. E. "Essentials of Plastic Surgery" - QMP, Inc. 2006
Jackson T.L. "Moorfields Manual of Ophthalmology" - Mosby Elsevier Ed. 2007
Caruso A. "Manuale di ginecologia ed ostetricia" - CIC Ed. Intern. 2008
Harrison's "Principles of Internal Medicine" - Mc Graw-Hill Ed. 2008
AA.VV. "Enciclopedia della medicina" - De Agostini 1990
Rothenberg Robert E. "Enciclopedia della medicina" - Garzanti 1998
Galimberti U. "Enciclopedia di psicologia" - Garzanti 1999





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 06/12/2016