Indietro

Il dente del giudizio spesso causa di dolorose patologie

clicca per votare





Denti del giudizio Estrazione dente Panoramica dentale Arcata dentale Struttura dentale Dente


Scritto da

Francesco S. Cantù, giornalista pubblicista (Ordine giornalisti della Lombardia) tessera N° 118321


Pubblicato il 02/10/2009

Modificato il 02/10/2009

I denti del giudizio sono quattro molari che crescono sia nell’arcata superiore che in quella inferiore e che occupano la posizione dopo gli ultimi molari. Si chiamano così perché crescono tra il 16° e il 24° anno d’età, l’età del giudizio, appunto; ma a volte crescono anche dopo fino al 30°. Sovente capita che un dente del giudizio non spunti poiché il germe dentale è totalmente coperto dalla gengiva, perché non trova sufficiente spazio per crescere oppure che sia, nei casi più complicati, orientato incorrettamente o storto o addirittura orizzontale. Quando un dente del giudizio cresce in modo sbagliato può causare cisti, ascessi, pericoroniti e carie.

 

Secondo alcune teorie il dente del giudizio è un retaggio dell’evoluzione dell’uomo: un tempo i nostri antenati si cibavano di cibi poco cotti, di carni dure e coriacee perciò avevano bisogno di 4 molari in più, poi, a mano a mano che l’alimentazione divenne più facile e commestibile questi denti non servirono più. Occorre anche dire che la mandibola e le mascelle umane si sono ridotte nel corso dei millenni lasciando poco spazio ai denti del giudizio.

 

L’estrazione del dente del giudizio avviene perché quasi sempre si tratta di denti cariati o che stanno crescendo incorrettamente e con la loro presenza possono danneggiare gli altri, per esempio provocando spinte anomale per trovare spazio. Tuttavia in certi paesi vengono estratti i denti del giudizio su soggetti giovani anche quando non sono ancora fuoriusciti, estrazioni fatte puramente a scopo cautelativo. 


Domande più frequenti

1. Possono crescere più di quattro denti del giudizio?
A volte sì, nel caso di iperdentia; a volte meno, nel caso di ipodontia.

2. I denti del giudizio se cresciuti corretti e sani sono utili?
Possono favorire una più corretta e completa masticazione.

3. Quando vanno estratti i denti del giudizio?
Dipende da soggetto a soggetto, normalmente quando non c’è abbastanza spazio per loro oppure quando hanno un’inclinazione sbagliata o quando la loro eruzione è difficoltosa.

4. Perché i denti del giudizio sono così facili alla carie?
In caso di denti del giudizio parzialmente inclusi la loro pulizia risulta quasi impossibile con conseguente insorgere di carie che attacca anche i molari pre esistenti.

5. I denti del giudizio possono formare delle cisti?
Spesso sono la causa di cisti, cavità che si espandono nell’osso distruggendolo.

6. Perché quasi tutti i dentisti sono concordi nell’estrarre i denti del giudizio?
Perché quasi sempre durante la loro eruzione la forza propulsiva che provocano possono spingere gli altri denti.

7. Perché è meglio estrarli da giovani?
Perché nei giovani il rischio di complicanze è più basso e perché osso e gengive si rigenerano più velocemente.

8. Sono difficili da estrarre?
Dipende dalla loro posizione e dalla forma delle radici, comunque sia quelli superiori sono più facili da togliere rispetto a quelli inferiori.

9. L’estrazione è dolorosa?
No, perché viene applicata l’anestesia locale, terminato il suo effetto il dolore persiste per circa 12 ore e può essere lenito con gli analgesici che il dentista prescrive.

10. L’estrazione dei denti del giudizio pregiudica il normale funzionamento degli altri denti?
No.




Fonti:

Rook A. "Textbook of Dermatology" - Fourth Edition Blackwell Scientific Publ. 1986
Caputo R., Monti M. "Manuale di Dermocosmetologia Medica" - Raffaello Cortina Editore 1995
A. Haynal, W.Pasini "Medicina Psicosomatica" - Ed. Masson, 1999
Crepaldi C., Baritussio A. "Trattato di Medicina Interna" - Ed. Piccin Nuova Libraria S.P.A., 2002
Beers M.H. "Il Manuale Merck per la Salute" - Raffaello Cortina Editore 2003
Kidd E.A.M., Smith B.G.N., Watson T.F.  "Pickerd's Manual of Operative Dentistry" - Eighth Ed. Oxford Univ. Press 2003
Janis J. E. "Essentials of Plastic Surgery" - QMP, Inc. 2006
Jackson T.L. "Moorfields Manual of Ophthalmology" - Mosby Elsevier Ed. 2007
Caruso A. "Manuale di ginecologia ed ostetricia" - CIC Ed. Intern. 2008
Harrison's "Principles of Internal Medicine" - Mc Graw-Hill Ed. 2008
AA.VV. "Enciclopedia della medicina" - De Agostini 1990
Rothenberg Robert E. "Enciclopedia della medicina" - Garzanti 1998
Galimberti U. "Enciclopedia di psicologia" - Garzanti 1999





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 11/12/2016