Indietro

Lo sbiancamento dei denti per illuminare il sorriso

clicca per votare





Denti bianchi Denti bianchi Sbiancamento Lo sbiancamento Dentisti Dal dentista


Scritto da

Francesco S. Cantù, giornalista pubblicista (Ordine giornalisti della Lombardia) tessera N° 118321


Pubblicato il 01/10/2009

Modificato il 01/10/2009

Lo sbiancamento dei denti è un metodo utilizzato dai dentisti per rendere più bianchi i denti riportandoli così il più vicino possibile al loro primitivo stato. Occorre dire però che lo sbiancamento dei denti ha risultati variabili a seconda del grado di bianco originale dei denti.

 

Anzitutto prima dello sbiancamento sia domestico sia professionale presso il dentista, il soggetto deve sottoporsi a una pulizia dei denti professionale, per rimuovere placca e tartaro. Solitamente i prodotti che i dentisti utilizzano contengono perossido di idrogeno sotto forma di gel che viene applicato su una mascherina che mantiene il prodotto vicino ai denti lasciandolo agire per 45 minuti senza alcuna sorgente luminosa, oppure esposto a una sorgente luminosa (lampada alogena, al plasma, laser) in modo che venga accelerata la reazione, in questo caso sono sufficienti 15 minuti. L’effetto collaterale più comune quando si sbiancano i denti può essere un aumento della sensibilità degli stessi, che dà quella fastidiosa percezione di caldo-freddo.

 


Lo sbiancamento dei denti si può effettuare anche a casa: per esempio utilizzando dentifrici sbiancanti, oppure speciali strisce che vengono applicate per 15 minuti due volte al giorno. In commercio esistono anche gel da applicare sulla superficie de denti, ma tutti questi prodotti da banco non danno l’effetto che solo lo sbiancamento del dentista riesce a procurare.

 

Non sempre lo sbiancamento dei denti ottiene gli effetti desiderati: nelle persone che hanno denti cariati, devitalizzati o finti lo sbiancamento può essere controproducente lasciando alcuni denti bianchi altri invece più scuri.


Domande più frequenti

1. Perché occorre sbiancarsi i denti?
Perché un sorriso smagliante rende più gradevole l’aspetto generale, donando sicurezza. Il sorriso ormai è un vero e proprio biglietto da visita.

2. Sbiancare i denti li danneggia?
I trattamenti sbiancanti se usati correttamente e se sono di qualità non danneggiano i denti, non alterano lo smalto sia in superficie che in profondità.

3. Sbiancare i denti è una nuova moda?
No, gli antichi romani usavano già erbe e decotti naturali per sbiancare i propri denti. Comunque i prodotti che i dentisti utilizzano oggi sono in commercio già da una ventina d’anni.

4. Una volta sbiancati i denti, quanto tempo dura l’ ”effetto bianco”?
Dipende da soggetto a soggetto, gli sbiancamenti professionali effettuati dal dentista possono durare anche 5 anni, però se dopo il trattamento si fuma, si beve caffè e si fa uso di altre sostanze che opacizzano i denti è naturale che l’effetto bianco durerà di meno.

5. Quanto costa un trattamento sbiancante?
Il cosiddetto power bleaching effettuato dal dentista costa circa 600 euro.

6. È vero che per le donne in gravidanza è pericoloso sbiancare i denti?
Non esiste alcuna letteratura riguardo questa situazione né in senso positivo né in negativo, per cui per precauzione generalmente i dentisti consigliano alle future mamme di rimandare il trattamento a dopo il parto.

7. Fino a che età si possono sbiancare i denti?
Dopo i 14 anni è possibile il trattamento, occorre dire che i risultati sbiancanti sugli ultrasettantenni sono minori rispetto a quelli su persone più giovani.

8. I dentifrici sbiancanti sono davvero utili?
I dentifrici sbiancanti sono efficaci solo per mantenere il trattamento sbiancante fatto dal dentista.

9. Il fluoro ha un effetto sbiancante?
No, serve solo a mantenere i denti più sani e a prevenire la carie.

10. Smacchiare i denti è sinonimo di sbiancare i denti?
No, per le macchie si usano i normali metodi meccanici praticati dal dentista, per sbiancare i denti invece si applicano i perossidi sotto forma di gel.




Fonti:

Rook A. "Textbook of Dermatology" - Fourth Edition Blackwell Scientific Publ. 1986
Caputo R., Monti M. "Manuale di Dermocosmetologia Medica" - Raffaello Cortina Editore 1995
A. Haynal, W.Pasini "Medicina Psicosomatica" - Ed. Masson, 1999
Crepaldi C., Baritussio A. "Trattato di Medicina Interna" - Ed. Piccin Nuova Libraria S.P.A., 2002
Beers M.H. "Il Manuale Merck per la Salute" - Raffaello Cortina Editore 2003
Kidd E.A.M., Smith B.G.N., Watson T.F.  "Pickerd's Manual of Operative Dentistry" - Eighth Ed. Oxford Univ. Press 2003
Janis J. E. "Essentials of Plastic Surgery" - QMP, Inc. 2006
Jackson T.L. "Moorfields Manual of Ophthalmology" - Mosby Elsevier Ed. 2007
Caruso A. "Manuale di ginecologia ed ostetricia" - CIC Ed. Intern. 2008
Harrison's "Principles of Internal Medicine" - Mc Graw-Hill Ed. 2008
AA.VV. "Enciclopedia della medicina" - De Agostini 1990
Rothenberg Robert E. "Enciclopedia della medicina" - Garzanti 1998
Galimberti U. "Enciclopedia di psicologia" - Garzanti 1999





Commenti

  • il 09/07/2015

    J1986 ha commentato:


    è possibile effettuare lo sbiancamento di un dente devitalizzato in gravidanza?

  • il 28/09/2014

    argos ha commentato:


    Interessante articolo.io ultimamente ho iniziato ad usare stella white pen. È una penna sbiancante,un prodotto economico ed a mio parere molto buono. Lo conoscete? Avete mai provato?

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 02/12/2016