Indietro

Anfetamina, potente stimolante del sistema nervoso centrale

clicca per votare





Sistema nervoso centrale Danni al sistema nervoso Euforia La dopamina Lentezza motoria Astinenza fisica


Scritto da

Daniela Gallotti, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 01/09/2010

Le anfetamine, o amfetamine, sono dei potenti stimolanti del sistema nervoso centrale in grado di provocare forte dipendenza e assuefazione. Esse agiscono sul neurotrasmettitore dopamina sovraccaricandolo e causandone l'impossibilità di riassorbimento. La grande quantità di dopamina presente nel corpo è la causa di un'iperstimolazione del sistema nervoso centrale che causa sensazioni di euforia e forza. Le anfetamine, vengono usate non solo a scopo “ricreativo” ma anche per migliorare la concentrazione e per diminuire la percezione della stanchezza. Un ulteriore abuso di anfetamine si può trovare nel campo dell'alimentazione: a causa delle loro capacità repressive dell'appetito le anfetamine vengono utilizzate per dimagrire nelle diete “fai da te”.

 

La dipendenza psicologica è la più grave
L'abuso di anfetamine e metanfetamine (queste ultime dagli effetti più intensi e duraturi) può provocare il fenomeno della tolleranza, ossia la necessità di aumentare la quantità di sostanza da assimilare per godere degli stessi effetti. Non è da trascurare, inoltre, il fenomeno del craving, soprattutto nei soggetti che abusano di anfetamine per motivazioni lavorative o di studio. Molto frequente, infatti, è la paura di non poter fare a meno di questo stimolante nervoso, facendo diventare il busogno di una sua assunzione un pensiero fisso. Gli effetti di un'astinenza fisica sono da associarsi prevalentemente a stati di lentezza motoria, apatia, sonnolenza e aggressività.

 

I sintomi dell'abuso sono molteplici
L'abuso di anfetamine provoca l'insorgere di un largo spettro di sintomi, sia fisici, sia psicologici.
Col terminare dell'effetto euforizzante, innanzitutto, si può assistere a un violento esaurimento psico-fisico. A livello psicologico, inoltre, l'abuso di anfetamine comporta: ansia, insonnia, comportamenti ossessivi e aggressivi. Nei casi peggiori insorgono allucinazioni e deliri, fino ad arrivare al desiderio di farsi del male.
A livello fisico, sono frequenti i disturbi visivi, l'irrigidimento dei muscoli facciali e l'insorgere di problemi cardio-respiratori quali aritmia e innalzamento della pressione.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 09/12/2016