Indietro

Droga Krokodil: effetti devastanti della sostanza russa

clicca per votare





Krokodil dipendenza Krokodil dipendenza Ulcere da krokodil Ulcere da krokodil Gengive danneggiate dal krokodil Gengive danneggiate dal krokodil


Pubblicato il 14/03/2017

Modificato il 30/03/2017

La droga Krokodil si è affermata in Russia nel 2010 come alternativa all’eroina e tanto diffusa da contare circa 1 milione di tossicodipendenti tra la popolazione russa. In Europa e in Italia è poco presente ma se ne parla per mettere in guardia dagli effetti devastanti che provoca.

 

Cos’è il Krokodil

Il Krokodil è una sostanza oppiacea creata con facilità in casa mescolando compresse di codeina, benzina, olio, detersivo, iodio e fosforo rosso ricavato grattando l’estremità rossa dei fiammiferi.

In Russia si è affermata come alternativa all’eroina perché molto più economica e facile da creare. Ciò è possibile anche perché la componente principale della droga, la codeina, è presente negli analgesici e in una categoria di farmaci acquistabili in Russia senza prescrizione medica, mentre in Italia quegli stessi medicinali necessitano di ricetta medica ed è legalmente disponibile solo la codeina in sciroppo, inutile allo scopo, cosa che in ogni caso non esclude la possibilità di reperirla in altre formulazioni.

Chi assume la droga Krokodil cerca la sensazione di intenso benessere esercitato dall’azione antidolorifica e antispasmodica della codeina. Il beneficio avvertito dura circa 90 minuti, decisamente meno dell’euforia assicurata dall’eroina per circa 8 ore, il che induce il consumatore a preparare convulsamente nuove dosi per evitare il doloroso stato di astinenza.

 

Quali sono gli effetti della droga Krokodil

Noto anche come “droga mangia carne” e “droga dei cannibali”, il Krokodil deve il suo nome all’effetto più evidente: pelle squamosa e coriacea come quella dei coccodrilli.

A ciò si aggiungono la formazione di ulcere nella zona in cui è effettuata l’iniezione di droga Krokodil, l’infiammazione delle vene, la quasi istantanea compromissione degli organi interni specie fegato e reni. Se l’assunzione per endovena non riesce, il Krokodil può arrivare direttamente al muscolo e causare una cancrena – la morte del tessuto – fino a far cadere la carne e mostrare l’osso. E ancora: danni irreversibili alle gengive, perdita dei denti e difficoltà motoria. Chi assume la droga mangia carne ha un’aspettativa di vita di pochi anni, in genere circa.

 

Qual è la situazione in Italia

In Italia i casi di tossicodipendenza da Krokodil sono così rari che non esiste una relazione dedicata a tale tipologia di dipendenza. È bene precisare che questo dato non equivale a un’assenza della sostanza in Italia ma a una minore diffusione.

L’assunzione di questa sostanza è comunque riuscita a superare i confini russi e si registra un numero crescente di casi tra la popolazione disagiata degli Stati Uniti. In Italia e in Europa la droga Krokodil potrebbe diffondersi attraverso i cittadini russi e slavi che sanno come procurarsi gli ingredienti e, soprattutto, come preparare la droga. Per questo gli organi di vigilanza e il personale sanitario monitorano il comportamento equivoco di certa parte della popolazione e registrano i casi sospetti osservati nei primi centri di soccorso.





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 26/09/2017