Indietro

Ossido di carbonio: meno ossigeno per chi fuma

clicca per votare





Emoglobina Le proteine del sangue Affaticamento fisico Prestazioni fisiche Rischio infarto Rischio infarto


Scritto da

Felicita Scardaccione, giornalista pubblicista (Ordine regionale della Puglia)


Pubblicato il 29/10/2009

Modificato il 29/10/2009

L’ossido di carbonio è un tossico respiratorio, responsabile delle morti che si verificano per il mal funzionamento delle stufe in ambienti chiusi. Questo gas ha un’affinità maggiore, rispetto all’ossigeno, nei confronti dell’emoglobina (250 volte superiore), la proteina del sangue che trasporta l’ossigeno nei tessuti.

 

Questo significa che chi fuma ha un’alta percentuale di ossido di carbonio nel sangue che, sostituendosi all’ossigeno (i globuli rossi perdono il 15% della loro capacità di trasportare ossigeno), ne riduce la quantità disponibile per tutte le cellule dell’organismo (muscoli, cuore, cervello, apparato sessuale, fegato, reni, ecc.).

 

Questo comporta che la ridotta ossigenazione - a causa dell’ossido di carbonio - fa diminuire le prestazioni fisico-atletiche, intellettuali e sessuali del fumatore e danneggia il cuore e il sistema circolatorio, aumentando così il rischio di infarto e di altri incidenti vascolari. Inoltre va detto, che la carenza di ossigeno nel sangue della donna fumatrice in gravidanza, è una delle cause principali di seri problemi al feto. Le conseguenze: aborto spontaneo, malformazioni, basso peso alla nascita del nascituro.



Fonti:

www.dronet.org

Ha collaborato:
Gaetano Deruvo
(Presidente della SITD Puglia – Sezione Regionale Pugliese della Società Italiana Tossico Dipendenze)





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 09/12/2016