Indietro

In materia di leggi sull'alcol n. 125/2001

clicca per votare





Leggi alcol Odierne norme legislative sull'alcol Sanzioni dell'alcol Vecchie leggi sull'alcol Alcol e dipendenza L'alcol come dipendenza


Scritto da

Felicita Scardaccione giornalista pubblicista (Ordine regionale della Puglia)


Pubblicato il 09/10/2009

Modificato il 09/10/2009

Le leggi sull’alcol emanate negli ultimi anni, per la precisione dal 1978 al 1990, possono senza dubbio considerarsi delle valide linee guida, ma in particolare è la nuova legge quadro in materia di alcol, la n.125 del 2001,che ha finito per colmare definitivamente un vuoto legislativo, politico e culturale, affermando due cose principali, che i problemi legati all’alcol e quelli ad essi correlati sono da considerarsi un grave problema per la popolazione e che, come seconda motivazione, vanno affrontati come problema specifico, distinto da altre forme di dipendenza.

 

A conferma della differenza con le vecchie leggi sull’alcol, la legge quadro n.125 del 2001 è infatti la prima legge a livello europeo che fa suoi i principi e gli obiettivi della Carta Europea sull’alcol approvata a Parigi nel 1995 con un obiettivo ben chiaro. Infatti la presenza attuale di una legge quadro nazionale rende tutte le iniziative regionali e locali partite negli anni precedenti meno precarie nel loro sviluppo e nei finanziamenti. La legge consta di quindici articoli, divisi in tre capitoli che trattano Disposizioni generali, le Competenze delle regioni e delle province autonome di Trento e Bolzano, e le Disposizioni sulla pubblicità e sul consumo di alcol e in materia di sicurezza sul lavoro.

 

Da sottolineare inoltre che anteriormente alla legge quadro, le leggi sull’alcol in generale tendevano a sanzionare i comportamenti che risultano di disturbo, come l’ubriachezza molesta, e a trattare solo come malattia organica o psichica la complessa fenomenologia dell’intossicazione alcolista. Ora si ritiene a giusta ragione che la legge quadro attuale sia un valido riconoscimento di impegno da parte dell’Italia, uno dei paesi più avanzati nel mondo, e colga il senso profondo del consumo dell’alcol come uno stile di vita e un fattore di rischio per la salute. Una legge quadro che deve rappresentare un ulteriore nuovo stimolo per l’Alcologia italiana e migliorare le odierne norme legislative in materia di alcol.



Fonti:

Ha collaborato:
Eugenia Vernole
(Membro della SITD Puglia - Sezione Regionale Pugliese della Società Italiana Tossico Dipendenze)





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 04/12/2016