Indietro

Artrite reumatoide: l’interruzione di statine espone a malattie cardiovascolari

clicca per votare





Artrite reumatoide: l'interruzione terapeutica espone al rischio cardiovascolare Artrite reumatoide: l’interruzione terapeutica espone al rischio cardiovascolare


Scritto da

AdnKronos Salute (Agenzia Giornalistica di Comunicazione)


Pubblicato il 04/05/2012

Modificato il 04/05/2012

I soggetti affetti da artrite reumatoide che vanno incontro ad una interruzione della terapia con statine sono maggiormente esposti al rischio di morte per malattie cardiovascolari.

L’artrite reumatoide secondo le ultime fonti colpisce fino 1% della popolazione, la terapia farmacologica a base di Atorvastatina e Rosuvastatina comunemente impiegata per ridurre i livelli di colesterolo e prevenire le patologie cardiache rientra tra i più comuni trattamenti a cui sono sottoposti questi pazienti.

Nel lavoro viene riferito che il 38% dei pazienti affetti da artrite che sopprimono la terapia con statine nel 67% dei casi vanno incontro ad un aumentato rischio di infarto.

I risultati aprono un allarme sull’argomento e inducono ad una maggiore attenzione alle prescrizioni.



Fonti:

Per Approfondire: Vedi Link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 03/12/2016