Indietro

Cancro al polmone sarà possibile 'scoprirlo' da un prelievo di sangue

clicca per votare





Da Milano un test del sangue per scoprire il cancro al polmone. Scienziati INT, meglio di tac spirale ma ancora 2 anni perché sia disponibile

Ricercatori medici Ricercatori medici


Scritto da

Adnkronos


Pubblicato il 14/02/2011

Modificato il 14/02/2011

Un esame del sangue per riconoscere in tempo un cancro al polmone. La speranza arriva dai laboratori dell'Istituto Nazionale Tumori (INT) di Milano, e promette di diagnosticare la presenza di forme aggressive di carcinoma polmonare fino a due anni prima della Tac spirale, il più avanzato degli strumenti diagnostici attualmente a disposizione.

La nuova analisi, per cui l'Irccs di via Venezian ha già avviato la domanda di brevetto, si basa sull'analisi dei microRna: piccole molecole che circolano nel sangue e come 'interruttori' accendono e spengono i nostri geni. La sua superiorità rispetto alla Tac spirale è suggerita da uno studio pubblicato oggi su 'Pnas', condotto dai ricercatori dell'INT guidati da Gabriella Sozzi e Ugo Pastorino, in collaborazione con la Ohio State University di Colombus (Usa). Gli autori della ricerca - finanziata da AIRC (Associazione italiana ricerca sul cancro), Ministero della Salute, Fondazione Ermenegildo Zegna, Fondazione Cariplo e Regione Lombardia - precisano tuttavia che "al momento si tratta ancora di un metodo utilizzabile in laboratorio", e che "saranno necessari almeno altri due anni perché sia disponibile come strumento di diagnosi per i pazienti".

Analizzando campioni di sangue prelevati da oltre 6 mila forti fumatori, monitorati nell'arco di 5 anni - spiega l'INT - i ricercatori hanno osservato che il 100% di coloro che si ammalavano di cancro al polmone presentava valori alterati di particolari microRna. Gli scienziati hanno anche dimostrato come queste alterazioni siano visibili già due anni prima che la Tac spirale sia in grado di rilevare qualsiasi indizio di tumore. Con in più il vantaggio di una tecnica "totalmente non invasiva", che "permette di effettuare la diagnosi in modo rapido ed economico" ed "è capace anche di valutare, in presenza del tumore polmonare, il grado di aggressività della malattia".

Da più di 10 anni l'Istituto milanese è alla caccia dei marcatori bio-molecolari capaci di identificare i tumori più 'cattivi' in anticipo sugli strumenti radiologici. "Nel corso di queste ricerche - sottolinea Sozzi, responsabile della Struttura di genomica tumorale dell'INT - ci siamo resi conto che la presenza di alti valori di uno solo di questi microRna non era sufficiente per segnalare la presenza del tumore: la grande innovazione di questa ricerca è stata studiare i rapporti tra queste molecole, cioè per esempio cosa succede quando uno di questi aumenta, mentre un altro diminuisce, o quale significato possa avere l'aumento combinato di due o più di essi. Così siamo riusciti a trovare la 'firma' del tumore", riassume.

"Questi risultati - afferma Marco Pierotti, direttore scientifico della Fondazione INT - spiccano nel campo della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori: un campo così importante da costituire uno dei capitoli del progetto 'EurocanPlatform', con cui la Commissione europea intende rafforzare il legame tra ricerca preclinica e clinica attraverso una rete di 18 centri di ricerca e cura oncologici europei (tra cui questo Istituto), per creare una continuità tra scoperte, innovazione tecnologica e applicazione terapeutica".



Fonti:

AdnKronos Salute (Agenzia Giornalistica di Comunicazione)

Per approfondire Vedi Link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 05/12/2016