Indietro

Droga e alcol 'bruciano' la mente, 4% malati psicosi usa sostanze

clicca per votare





Droga e alcol Droga e alcol


Scritto da

AdnKronos Salute (Agenzia Giornalistica di Comunicazione)


Pubblicato il 24/02/2011

Modificato il 24/02/2011

Psicosi e dipendenza da alcol e droghe: due facce delle stessa medaglia. Due problemi in uno per circa il 4% dei pazienti in cura nei Dipartimenti di salute mentale, che oltre a convivere con un disturbo psichico è anche schiavo di una sostanza stupefacente o comunque ne abusa. Il dato arriva da uno studio coordinato dall'università Bicocca di Milano e finanziato dal Dipartimento politiche antidroga, ed è stato riferito oggi nel capoluogo lombardo durante la prima tappa della campagna di sensibilizzazione itinerante 'In viaggio: al centro della mente', organizzata da Clinical Forum sotto l'egida della Società italiana di psichiatria, con il supporto non condizionato di Janssen Italia.

 

La ricerca, condotta su scala nazionale e battezzata 'Psychiatric an Addictive Dual Disorders in Italy Study', è coordinata da Massimo Clerici, professore associato di psichiatria alla Bicocca. L'obiettivo era conoscere l'entità del fenomeno della 'doppia diagnosi' tra disturbi mentali e disturbi da uso di sostanze nei Dipartimenti di salute mentale italiani e nelle comunità terapeutiche. Ed è emerso appunto che su una popolazione di 82.064 pazienti, la prevalenza della comorbilità nei Dipartimenti di salute mentale è risultata del 3,9%. Dove il dato lombardo è strettamente in linea con quello emerso in sede nazionale, assicurano gli esperti.

 

"Le categorie diagnostiche più rappresentate - spiega Clerici - sono i disturbi della personalità (39%), le psicosi schizofreniche e gli stati paranoidi (28%). I soggetti che presentano doppia diagnosi per uso di sostanze sono prevalentemente maschi (75%), celibi e di età inferiore ai 40 anni. L'alcol è la sostanza più utilizzata, in termini sia di abuso che di dipendenza. Rispetto all'abuso l'alcol (25%) è seguito da cannabinoidi (11%) e cocaina (9%)", mentre "per quanto riguarda la dipendenza è seguito da oppioidi (10%) e cocaina (4,4%)".



Fonti:

Per approfondire Vedi Link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 04/12/2016