Indietro

Il caffè non aumenta il rischio di cancro e malattie cardiovascolari

clicca per votare





Il caffè non aumenta il rischio di cancro e malattie cardiovascolari Il caffè non aumenta il rischio di cancro e malattie cardiovascolari


Scritto da

AdnKronos Salute (Agenzia Giornalistica di Comunicazione)


Pubblicato il 02/03/2012

Modificato il 02/03/2012

I bevitori di caffè non hanno un rischio maggiore di ammalarsi di malattie cardiache o di cancro. Non solo. Hanno anche meno probabilità di sviluppare diabete di tipo 2.

Almeno questo è quanto emerso da uno studio dell'Istituto Tedesco di Nutrizione Umana Potsdam-Rehbruecke che ha coinvolto più di 40mila persone nel corso di quasi un decennio. I risultati sono stati pubblicati sull'American Journal of Clinical Nutrition.

 

''I nostri risultati suggeriscono che il consumo di caffè non è dannoso per gli adulti sani e non aumenta il rischio di incorrere nelle principali malattie croniche'', ha detto Anna Floegel, epidemiologa e autrice principale dello studio.

I ricercatori hanno raccolto informazioni sulle abitudini di consumo di caffè, sulla dieta, l'attività fisica e la salute di oltre 42mila adulti tedeschi che non soffrivano di alcuna patologia cronica.

Per nove anni, il team ha seguito i partecipanti in intervalli di due o tre anni per controllare se avessero sviluppato problemi di salute, in particolare malattie cardiovascolari, ictus, infarti, diabete e cancro.

Alla fine hanno scoperto che tra bevitori di caffè e non-bevitori, lo scarto di probabilità di sviluppare una di queste malattie non è così schiacciante.

 

Per esempio, su 8.689 non-bevitori 871 hanno sviluppato una malattia cronica contro i 1124 su 12.137 individui che h anno bevuto più di quattro tazze di caffè al giorno: circa il 10% quindi in entrambi i gruppi.

Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che i bevitori di caffè avevano meno probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2 rispetto a quelli che non bevono caffè. Tra coloro che bevevano quattro tazze al giorno, solo il 3,2% si è ammalato di diabete di tipo 2, rispetto al 3,6% delle persone che non hanno bevuto caffè.

Dopo aver preso in considerazione altri fattori che possono influenzare il diabete, come peso e fumo, i ricercatori hanno determinato che i bevitori di caffè hanno fatto riscontrare un 23% in meno di probabilità di sviluppare il diabete.



Fonti:

Per Approfondire: Vedi Link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 25/05/2017