Indietro

Tutte le iniziative anti smog giovano ai polmoni dei più piccoli

clicca per votare





Pediatra, aumenta infezioni nei bimbi. Mele (FIMP), occhio anche a inquinamento indoor

Salute dei bambini Salute dei bambini


Scritto da

AdnKronos Salute (Agenzia Giornalistica di Comunicazione)


Pubblicato il 31/01/2011

Modificato il 31/01/2011

I pediatri dicono sì alle domeniche a piedi come mezzo utile a ripulire l'aria delle città. Perché "anche se i blocchi del traffico possono essere considerati interventi 'spot', in realtà tutto quello che può ridurre i livelli di inquinanti contribuisce a diminuire i rischi per la salute". Ed è un passo avanti verso l'obiettivo finale: "Creare un ambiente sempre più a misura di bimbo". Questo il messaggio di Giuseppe Mele, Presidente della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), oggi in trasferta a Milano proprio mentre sotto la Madonnina - dopo 12 giorni consecutivi di polveri sottili a concentrazioni 'fuorilegge' - si discute la possibilità di un blocco totale del traffico domenica prossima.

"Complice anche il freddo di questi giorni, quindi la scarsa circolazione dell'aria, lo smog aggrava le infezioni respiratorie nei bimbi", spiega l'esperto nella sede del Consiglio Regionale lombardo, rispondendo ai giornalisti a margine della presentazione di una mozione Udc per la promozione attiva della vaccinazione anti-meningite. Mele conferma il link fra alti livelli di smog e aumento delle malattie di bronchi e polmoni nei bambini, i più fragili insieme agli anziani: "Gli inquinanti fisici e chimici sono ritenuti responsabili di patologie respiratorie, spesso anche come causa indiretta - precisa - ossia come fattore scatenante in un bimbo che già soffre di malattie croniche come allergie e asma, disturbi in continuo aumento".

Ecco perché, ribadisce il Presidente FIMP, ogni misura anti-smog è benvenuta. Ma oltre che l'inquinamento outdoor, ricorda Mele, è necessario tenere sotto controllo anche quello indoor. Occhio dunque alla qualità dell'aria a scuola, come pure a casa: "Le moderne case coibentate sono poco aerate - avverte il pediatra - e spesso i riscaldamenti vengono tenuti troppo alti. E' invece importante non superare i 18-20 gradi centigradi e non far seccare troppo l'aria, mantenendo nelle stanze il giusto tasso di umidità".





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 04/12/2016