Indietro

Criteri di eleggibilità al test genetico per il tumore al seno e all’ovaio

clicca per votare





Test genetico per tumore a seno e ovaio Test genetico per tumore a seno e ovaio


Pubblicato il 30/05/2017

Modificato il 30/05/2017

A cura di: Ufficio Stampa Sorgente Genetica

Esistono moltissime tipologie di tumore e alcune di queste colpiscono indifferentemente uomini e donne. In generale, i fattori scatenanti una neoplasia sono legati all’ambiente, allo stile di vita, all’alimentazione o al consumo eccessivo di alcool e fumo. Abitudini che, se non modificate, potrebbero aumentare il rischio di un tumore. Dunque per tutti i tumori è importante la prevenzione. Il tumore al seno è la malattia oncologica a più alta frequenza nelle donne, tanto da rappresentare il 29% di tutti i tipi di tumori e causa il 17% di decessi per cancro nella popolazione femminile¹.

Vediamo insieme come prevenire il tumore al seno. Per evitare l’insorgenza del tumore al seno e all’ovaio, definito anche “killer silenzioso” in quanto i sintomi sono evidenti solo quando ormai è in fase avanzata³, è bene avere una buona strategia di prevenzione che preveda:

  • tenersi in forma
  • condurre uno stile di vita adeguato ed equilibrato
  • seguire una dieta sana e variegata?. 

 

I dati. Ogni anno, circa ad 1 donna italiana su 1.000 viene diagnosticato il cancro al seno². Dunque, il rischio per una donna italiana di ammalarsi di questo tumore è del 13% circa. 1 donna su 45 ha la diagnosi di tumore al seno prima dei 50 anni, mentre a 1 su 19 viene diagnosticato tra i 50 e i 69 anni, e a 1 su 23 tra i 70 e gli 84 anni².

I fattori di rischio.  La probabilità di ammalarsi di tumore al seno e all’ovaio aumenta in caso di presenza di altri casi in famiglia del tumore (detta familiarità) e in caso una donna sia portatrice di mutazioni genetiche. In particolare, mutazioni sui geni BRCA1 e BRCA2 possono aumentare il rischio di insorgenza del cancro alle ovaie e al seno e possono essere trasmesse per via ereditaria ?,6

Diagnosi precoce. È importante individuare un tumore il prima possibile così da poter intervenire tempestivamente aumentando le possibilità di sopravvivenza. Nel caso del tumore al seno, se viene diagnosticato in fase inziale, le donne trattate sopravvivono nel 98% dei casi, mentre per quello alle ovaie, la sopravvivenza è dell’85% circa7. Una donna deve valutare l’eventuale familiarità ed ereditarietà per queste due forme di neoplasie. Test genetici specifici permettono di rilevare le mutazioni a carico dei geni BRCA, associate appunto alla comparsa del tumore al seno e all’ovaio.

Il test SorgenteBRCA è un esame di screening genetico volto a rilevare le mutazioni a carico dei geni BRCA. Il test si svolge su un campione di sangue. Il DNA estratto dal sangue viene analizzato interamente per rilevare eventuali mutazioni ai geni BRCA. Il test BRCA è indicato a tutte le donne che desiderano avere informazioni riguardo la predisposizione genetica al cancro al seno e all’ovaio ma, in particolare, alle donne le cui famiglie sono soggette a queste neoplasie.

Il team di specialisti in genetica medica di Sorgente Genetica, partendo dalle linee guida FONCaM (Forza Operativa Nazionale sul Carcinoma Mammario), ha redatto i seguenti criteri di eleggibilità per indirizzare le pazienti al questionario di familiarità.

 

Soggetti affetti da Carcinoma mammario

  • Età diagnosi minore di 36 anni
  • Familiarità di primo grado per Carcinoma mammario e/o annessiale
  • Carcinoma mammario maschile a qualunque età

 

Soggetti affetti da Carcinoma annessiale (ovaio, tube e primitivo peritoneale)

  • Età di diagnosi minore 50 anni
  • Familiarità di primo grado per Carcinoma mammario e/o annessiale

 

Soggetti non affetti da patologia tumorale

  • Familiarità di primo grado per Carcinoma mammario e/o annessiale

 

Con la terminologia “familiarità di primo grado” si intendono genitori, figli, fratelli e/o sorelle lì dove entrambi i rami della famiglia, materno e paterno, sono da tenere in considerazione.

 

Tuttavia, la presenza di una mutazione genetica su BRCA non si traduce necessariamente nell’insorgenza di un tumore al seno e all’ovaio. Identificare mutazioni predisponenti è però molto importante per rilevare fattori di rischio e decidere un piano di prevenzione ad hoc.

Per saperne di più sui test genetici per il tumore al seno e all’ovaio visita www.brcasorgente.it.



Fonti:

  1. Airc – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro
  2. I numeri del Cancro in Italia – 2016
  3. Acto onlus – Tumore ovarico e rischio genetico: cosa bisogna sapere
  4. LILT – Lega Italiana per la lotta contro i tumori
  5. Rohini, R., Chun, J., Powell, S. (201 2). BRCA1 and BRAC2: different roles in a common pathway of genome protection. Nature.1 2:68-78.
  6. Ferla R, et al. (2007). Founder mutations in BRCA1 and BRCA2 genes. Annals of Oncology. 1 8; (Supplement 6): vi93-vi98.

Airc – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro 





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/07/2019 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti