Indietro

Primo rapporto sessuale: ansie e difficoltà degli adolescenti

clicca per votare





Prima volta, ansie degli adolescenti Prima volta, ansie degli adolescenti


Scritto da

Dott. Raffaele Bifulco


Pubblicato il 02/11/2015

In un articolo precedente abbiamo spiegato perché, per molte persone, la prima volta rappresenta una sorta di imprinting alla vita sessuale. Ora vediamo invece quali sono ansie e le difficoltà più diffuse tra gli adolescenti riguardo al primo rapporto sessuale.

 

Quando si avvicina il primo rapporto sessuale, ragazzi e ragazze si aspettano soprattutto di fornire una prestazione perfetta, ovvero soddisfacente, ma spesso, questo “soddisfacente” è una valutazione attribuita non a sé ma a quel pubblico immaginario che sta lì, nella mente, a guardare cosa accade prima, durante e dopo, e con tanto di paletta per i voti finali!

Gli adolescenti non se ne rendono conto, ma quel pubblico è presente.

 

Ed è lì che abita quell’ansia da prima prestazione che spesso deriva dalle immagini assorbite da internet, dalla TV, dal cinema, dai racconti mitici di amici e amiche che millantano la qualunque.

 

Poi si scopre che la prima volta è diversa da come la si immaginava. E si reagisce negando alcuni aspetti di sé o amplificandoli, abbattendosi o ammiccando sull’argomento con amici e amiche. Nella realtà dei fatti le ragazze raggiungono difficilmente l’orgasmo e i ragazzi eiaculano molto presto o non mantengono una erezione tale da sostenere un’adeguata penetrazione. Ciò non significa che il sesso sarà sempre così o che si sia incapaci.

 

Diciamo che è sbagliato il punto di partenza: considerare l’atto sessuale finalizzato a raggiungere l’orgasmo e il giro di boa per dire a se stessi e al mondo “l’ho fatto”. Il sesso dovrebbe essere espressione della sessualità, apertura di sé al partner, condivisione del piacere e scambio erotico di sensi, emozioni e corpo.

 

In questa chiave di lettura è una forma di comunicazione, una forma di rapporto. Più o meno collegata ai sentimenti, ma questo è un altro tema! Bisogna ammettere, infatti, che la prima volta non si iscrive, spesso, nell’ambito di una relazione di coppia. Più frequentemente, tra adolescenti, ha la cornice di uno “stare insieme”, di una “storia”. Non è mica rara la scelta di una ragazza perché “si sa che poi ci sta”, oppure di un ragazzo “figo”, con cui farlo. Non è mica raro improvvisare, farlo per farlo. Come viene viene. Per togliersi il pensiero. Per poterlo dichiarare. Per “essere” come gli altri. Molti ragazzi e ragazze, poi, mi dicono: “È capitato!”. E il seguito del racconto non è poi così romantico.

 

Un altro aspetto importante riguarda se il/la partner:

- è vergine

- l’ha già fatto

- ha molta esperienza

 

I vissuti personali collegati a questo sono molteplici. A titolo di esempio, nel primo caso ci si potrebbe tranquillizzare entrambi, vivendo insieme l’amore per la prima volta. Ma non è detto, perché i maschi lo nascondono. Alcuni maschi, o perché affezionati o perché sono esperti e non vogliono rogne, “si fanno il problema” della verginità della ragazza. Per delicatezza nei suoi confronti o per non evitare attaccamenti non desiderati.

 

Tutte queste osservazioni sono utili ad una conclusione: è importante aumentare la consapevolezza di sé e della sessualità prima di arrivare alla prima volta. Pensando agli adolescenti, propongo di essere molto sinceri e parlarne sinceramente e tranquillamente, non solo con i coetanei, ma anche con persone aperte e un po’ più esperte, da cui trarre informazioni e con cui costruire il giusto modo di porsi. La prima volta è un’esperienza “unica”. Non si potrà rifare la prima volta … anche se qualcuno, poi, sentirà che la “vera prima volta” è arrivata in un secondo momento! Quando l’avrà vissuta con spontaneità, naturalezza, senso di unità fisica ed emotiva. Una fusione mente-corpo di piacere e abbandono. La prima volta, l’amore che emoziona. Bene, facciamo che emozioni positivamente! È importante darsi un obiettivo, a mio avviso, o almeno tendere a questo: pensare alla prima volta … Che si farà l’amore!





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 02/12/2016