Indietro

Smagliature: cicatrici della pelle

clicca per votare





Gravidanza Gravidanza Massaggi Massaggi Fare sport Fare sport


Scritto da

Daniela Gallotti, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 19/07/2010

Modificato il 19/07/2010

Le smagliature, o più propriamente le strie atrofiche, sono cicatrici della pelle, causate dalla rottura delle fibre elastiche del derma nelle zone del corpo sottoposte a maggiore distensione, ossia nella superficie interna delle cosce, sui glutei, sui fianchi, sull'addome e sul seno. Compaiono infatti nelle fasi di trasformazione del corpo, come nella pubertà, in gravidanza, durante l'aumento di peso dopo una dieta, ma anche nelle malattie debilitanti, dopo lunghe terapie cortisoniche o in seguito alla sindrome di Cushing.
Nella prima fase di formazione hanno un colorito rosso-violaceo, dovuto alla sottigliezza dell'epidermide, ma in un secondo momento assumono il loro aspetto definitivo di colore bianco e di leggera depressione.
La miglior cura per le smagliature è la prevenzione, adottando uno stile di vita che aiuta a esercitare l'elasticità della pelle: è quindi bene avere un'alimentazione sana e ricca di liquidi, praticare attività fisica, impiegare creme idratanti, prodotti cosmetici o pomate specifiche, e fare massaggi che aiutino a mantenere giovane la pelle.

 

Le cure anti-smagliature
Nelle zone interessate dalle smagliature si possono applicare tecniche leviganti, come il peeling, che eliminano gli strati superficiali della pelle. A questo scopo viene usato per esempio l'acido glicolico, un derivato della canna da zucchero che aiuta a togliere le cellule morte e allo stesso tempo a favorire nella pelle la produzione di collagene, una proteina di fibre flessibili, e di elastina, una sostanza sempre proteica del tessuto connettivo.
È praticata anche la dermoabrasione che, come dice la parola stessa, consiste nell'abrasione della parte più superficiale della pelle attraverso uno strumento a polveri di alluminio.
La tecnica laser, invece, non è invasiva, eppure penetra nella pelle per stimolare la circolazione sanguigna nei punti in cui le cicatrici lasciate dalle smagliature l'hanno interrotta.

 

La chirurgia estetica di oggi
Sono oggi possibili netti miglioramenti attraverso interventi di chirurgia estetica: si tratta di micro asportazioni delle smagliature, che si effettuano in anestesia locale e che non lasciano tracce.
La cosiddetta micro chirurgia della bellezza si basa su questo principio: quando un ago penetra nella pelle, anche se distrugge una certa quantità di cellule, non lascia residui cicatriziali durante la guarigione, e la superficie massima che si può asportare senza segnare la pelle è di 1,2 millimetri. Ecco perché per eliminare le smagliature sono necessarie più sedute, quindi più interventi, per asportare le strie atrofiche con efficacia: è bene precisare che dopo ogni intervento bastano adesivi cutanei e cerotti chirurgici e non sutura. Ogni seduta non dura più di 30 minuti e possono trascorrere due o tre settimane tra l'una e l'altra. Il numero di sedute necessarie al trattamento dipende dall'estensione e dalla gravità delle smagliature che, come la cellulite, non sono strettamente legate all'età.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 08/12/2016