Indietro

Menopausa: periodo che indica la fine dell'età fertile nelle donne

clicca per votare





Menopausa Menopausa Effetti della menopausa Effetti della menopausa Insonnia e menopausa Insonnia in menopausa


Scritto da

Gaia Cortese, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 09/06/2010

Modificato il 09/06/2010

La menopausa è un periodo fisiologico della vita delle donne che determina la fine dell’età fertile. Con la menopausa, infatti, viene meno l’attività ovarica: le ovaie non producono più né follicoli né estrogeni, ossia i principali ormoni femminili e per questo motivo scompaiono le mestruazioni. Nella maggior parte dei casi, la menopausa compare intorno ai 50 anni, con precisione in un’età compresa tra i 45 e i 53 anni. In alcuni casi, tuttavia, può manifestarsi tra i 40 e i 45 anni (menopausa prematura), prima dei 40 anni (menopausa precoce), o anche dopo i 53 anni (menopausa tardiva).

 

I sintomi della menopausa
Inizialmente la menopausa comporta disturbi fastidiosi, ma senza conseguenze, come vampate di calore, ipersudorazione, palpitazioni, arrossamento del viso, senso di affaticamento, alterazioni dell’umore, insonnia, secchezza della mucosa vaginale. In un momento successivo, la menopausa comporta anche un aumento di peso, proprio perché il grasso corporeo consentirebbe all’organismo di trattenere più a lungo gli estrogeni. Con il sopraggiungere della menopausa, la donna è meno protetta di fronte alle malattie vascolari e anche lo scheletro incomincia a indebolirsi, esponendosi inequivocabilmente al rischio di osteoporosi.

 

La terapia sostitutiva
Si chiama terapia sostitutiva quella che prevede, durante la menopausa, la somministrazione di estrogeni (quelle sostanze che le ovaie non producono più) e di progestinici (ormoni prodotti nella seconda metà del ciclo mestruale). È importante iniziare una terapia alla prima comparsa dei sintomi della menopausa per intervenire con anticipo sugli episodi di ipoestrogenismo ed evitare così conseguenze gravi sugli apparati cardiovascolare e scheletrico. È anche bene corredare la terapia con una dieta adeguata, integratori e rimedi naturali.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 04/12/2016