Indietro

Cisti ovariche maligne: forma severa della cistosi ovarica

clicca per votare





Percentuale cisti ovariche Il disturbo delle cisti Cisti ovariche Utero con cisti Irsutismo Irsutismo nella donna


Scritto da

Francesco S. Cantù, giornalista pubblicista (Ordine giornalisti della Lombardia) tessera N° 118321


Pubblicato il 08/10/2009

Modificato il 20/04/2017

Le cisti ovariche maligne sono la forma più pericolosa della cistosi ovarica, un disturbo molto comune in età fertile e dovuto alla struttura e alla funzionalità delle ovaie. La cisti ovarica è rappresentata da formazioni di varie dimensioni a contenuto liquido e di diversi tipi. Le cisti follicolari alle ovaie rappresentano un disturbo benigno e in genere privo di complicanze poiché regrediscono con 1-2 cicli mestruali senza ricorrere alla terapia. In questi casi si tratta di semplici alterazioni legate alla funzionalità dei follicoli, quei corpi sferici che, in fase di maturazione, contengono la cellula uovo. Le cisti luteiniche originano dai corpi lutei, normalmente presenti nell’ovaio, e si sviluppano a causa della formazione di un ematoma o di una raccolta di liquidi nel corpo luteo.

Tra le cisti ovariche possono annoverarsi anche forme più severe come le cisti endometriosiche e le cisti dermoidi, i tumori benigni come i cistoadenomi, i fibromi ovarici o le cisti ovariche maligne come i cistocarcinomi e i cistosarcomi. Una menzione particolare merita la sindrome dell’ovaio policistico costituita da un aumento del volume dell’ovaio con presenza di formazioni a contenuto liquido, le cisti, e tendenza ad avere alti livelli di ormoni maschili, gli androgeni.

Clinicamente il quadro della cistosi ovarica è estremamente variabile. Di solito le cisti sono asintomatiche e vengono diagnosticate durante un’ecografia pelvica di controllo. Alcune volte può essere presente un dolore intermittente e acuto in regione pelvica che può far sospettare una complicanza come lo scoppio della cisti ovarica o la sua torsione. Il trattamento d’elezione è rappresentato dall’asportazione in laparoscopia specie in presenza di cisti ovariche maligne e, laddove fosse necessario, si interviene in modo specifico in base alla natura delle cisti e all’età della paziente.


Domande più frequenti

1. Le cisti ovariche sono una patologia frequente?
Rappresentano il 10-20% di tutta la patologia ginecologica.

2. Quanti tipi di cisti esistono?
Sono numerose, ma le più comuni sono le cisti follicolari e poi le cisti luteiniche.

3. È frequente la sindrome dell’ovaio policistico?
Interessa il 7-10% delle donne.

4. Come si diagnostica una cisti ovarica?
Di solito con l’ecografia pelvica.

5. Può capitare che una cisti ovarica si rompa?
Le cisti possono andare incontro a rottura o torsione.

6. Le cisti possono scomparire spontaneamente?
Le cisti follicolari si risolvono dopo uno o due cicli mestruali.

7. Le cisti possono recidivare se asportate?
Sì, infatti le donne che hanno già avuto cisti devono farsi controllare periodicamente dal ginecologo.

8. Le cisti ovariche possono degenerare in tumori maligni?
Dipende da alcune forme.

9. Esistono altri tipi di terapie?
Possono essere impiegate delle terapie di tipo ormonale in base al quadro clinico ed ecografico e in base alla valutazione degli esami ormonali, ematochimici, urinali della paziente.

10. È vero che le cisti ovariche possono essere accompagnate da eccessiva peluria?
Nella sindrome dell’ovaio policistico spesso è presente irsutismo, cioè l’aumento dei peli nelle zone tipicamente maschili come il volto e il torace. Questo a causa dell’aumento degli androgeni tipici di questa disfunzione.




Fonti:

Rook A. "Textbook of Dermatology" - Fourth Edition Blackwell Scientific Publ. 1986
Caputo R., Monti M. "Manuale di Dermocosmetologia Medica" - Raffaello Cortina Editore 1995
A. Haynal, W.Pasini "Medicina Psicosomatica" - Ed. Masson, 1999
Crepaldi C., Baritussio A. "Trattato di Medicina Interna" - Ed. Piccin Nuova Libraria S.P.A., 2002
Beers M.H. "Il Manuale Merck per la Salute" - Raffaello Cortina Editore 2003
Kidd E.A.M., Smith B.G.N., Watson T.F.  "Pickerd's Manual of Operative Dentistry" - Eighth Ed. Oxford Univ. Press 2003
Janis J. E. "Essentials of Plastic Surgery" - QMP, Inc. 2006
Jackson T.L. "Moorfields Manual of Ophthalmology" - Mosby Elsevier Ed. 2007
Caruso A. "Manuale di ginecologia ed ostetricia" - CIC Ed. Intern. 2008
Harrison's "Principles of Internal Medicine" - Mc Graw-Hill Ed. 2008
AA.VV. "Enciclopedia della medicina" - De Agostini 1990
Rothenberg Robert E. "Enciclopedia della medicina" - Garzanti 1998
Galimberti U. "Enciclopedia di psicologia" - Garzanti 1999





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 22/08/2017