Indietro

Prima gravidanza: consigli per viverla serenamente

clicca per votare





Prima gravidanza Prima gravidanza


Pubblicato il 01/08/2016

Modificato il 01/08/2016

A cura di: Ufficio stampa Sorgente Genetica

Ogni gestante, soprattutto durante la prima gravidanza, si trova spesso ad affrontare molti dubbi e molte domande. Per vivere una gravidanza serena e mantenere il benessere della mamma e del suo bambino esistono diversi consigli, come mantenere uno stile di vita sano ed effettuare test di screening prenatale come il test del DNA fetale.

 

L’attenzione va posta prima di tutto all’alimentazione. Il fisico della futura mamma durante i nove mesi subisce molti cambiamenti, per questo è sempre più importante seguire una dieta sana ed equilibrata, così  da assimilare i giusti nutrienti per la crescita del feto e la giusta energia per la gestante.
Ogni futura mamma deve ricordare sempre di non esagerare con le quantità di cibo e calorie, perché un aumento eccessivo di peso può favorire l’insorgere di patologie come il diabete gestazionale, che possono compromettere la sua salute o quella del suo bambino.

 

Durante la gravidanza e l’allattamento bisogna evitare categoricamente l’alcol e il fumo perché tutto ciò che viene assimilato dalla futura mamma arriva direttamente al bambino. Per questo i ginecologi raccomandano di smettere di bere bevande alcoliche e di fumare per non andare incontro a complicanze anche serie come malformazioni o problemi all’apparato respiratorio. Se una donna beve alcol in gravidanza può portare il bebè allo sviluppo della sindrome fetale alcolica, con conseguenze fisiche e mentali. Il fumo, invece, porta a una minore circolazione del sangue verso il feto e può favorire il parto prematuro.

 

Una donna incinta deve effettuare tutti gli esami del sangue che servono per controllare l’eventuale presenza di infezioni e malattie virali, così da scoprire se è immune a malattie come toxoplasmosi o rosolia, che sono molto pericolose se vengono contratte in gravidanza. Questi esami fanno parte del percorso di screening prenatale consigliato dal ginecologo.

 

L’assunzione dei farmaci è possibile ma è obbligatorio consultare prima il proprio ginecologo per accertarsi di poter assumere determinate medicine senza effetti collaterali sul feto. Se la gestante è affetta da disturbi che la costringono a prendere quotidianamente medicinali deve farsi consigliare da uno specialista per adeguare la terapia allo stato di gravidanza, così da tutelare la sua salute e quella del figlio.

 

Esistono dei fattori di rischio per cui aumentano le probabilità che il bambino possa essere affetto da difetti cromosomici, come la familiarità con anomalie genetiche o cromosomiche e l’età materna superiore ai 35 anni. Il ginecologo o uno specialista in genetica può aiutare le gestanti a capire quali sono gli esami di screening prenatale utili per verificare lo stato di salute del bambino.

Sottoporsi ad esami di screening o ad esami diagnosi prenatale in gravidanza è un passaggio davvero importante. Tra gli esami diagnostici vi sono l’amniocentesi, la villocentesi e la cordocentesi che sono esami invasivi e, quindi, presentano l’1%1 di rischio di aborto.

 

Tra gli esami di screening prenatale non invasivi, che non hanno rischi di aborto, troviamo il test del DNA fetale che ha un’elevata attendibilità nel rilevare la Sindrome di Down. Con questo esame vengono analizzati i frammenti del DNA del feto presenti nel sangue della gestante dai quali è possibile rilevare la presenza di anomalie cromosomiche, come la Sindrome di Down e la Sindrome di Edwards, con un’attendibilità del 99%2.

Per maggiori informazioni sul test del DNA fetale: www.testprenataleaurora.it

Fonti

1 Medicina dell'età prenatale: Prevenzione, diagnosi e terapia dei difetti congeniti e delle principali patologie gravidiche ­ Di Antonio L. Borrelli,Domenico Arduini,Antonio Cardone,Valerio Ventrut

2 Poster Illumina ISPD_2014 Rev A





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 27/05/2017