Indietro

Alimentazione e malattie del fegato e calcoli biliari

clicca per votare





Alimentazione e malattie del fegato e calcoli biliari Alimentazione e malattie del fegato e calcoli biliari


Scritto da

Rachele Sardella


Pubblicato il 01/08/2015

Modificato il 01/08/2015

Alimentazione e malattie del fegato e calcoli biliari. Il fegato e la colecisti sono importanti per la digestione e il metabolismo dei grassi degli zuccheri e delle proteine. Quindi la dieta dei malati di fegato è molto importate per evitare grosse complicazioni generali.

Alimenti consigliati in caso di malattie del fegato e calcoli biliari
- pane integrale, pane tostato, fette biscottate, pasta integrale, riso, semolino
- latte scremato o parzialmente scremato, formaggi freschi, yogurt magro
- carne magra (coniglio, manzo, pollo, tacchino e vitello) preferibilmente lessata o ai ferri
- bresaola
- prosciutto crudo sgrassato
- pesce azzurro, merluzzo, nasello, orata, sogliola, palombo, triglia
- verdura (broccoli, carciofi, carote, cavoli, insalata, melanzane e piselli)
- frutta (arance, albicocche, banane, kiwi, mele, pere, pompelmi, pesche) e succhi di frutta.

Moderare il consumo dei dolci (che comunque non sono vietati); per i condimenti usare solo l'olio extravergine di oliva. Meglio preferire le cotture semplici più semplici (ai ferri, al vapore e in pentola anti-aderente).

 
Alimenti da evitare in caso di malattie del fegato e calcoli biliari
- pane fresco da farina latte intero
- formaggi fermentati, piccanti, semigrassi e grassi
- uova (non sono totalmente proibite, ma se ne limiti il consumo)
- maionese e senape
- condimenti grassi e salse piccanti
- carni grasse, affumicate, marinate e salate (agnello, anatra, cacciagione, capretto, frattaglie, maiale, montone, oca)
- salumi e insaccati
- pesci grassi (solo in caso di difficoltà a livello digestivo)
- frutta secca
- alcolici e superalcolici
- caffè, tè
- bevande gassate
- bevande ghiacciate
- cacao e cioccolato
- dolciumi grassi, gelati, panna.


Consigli utili e pratici
I malati di fegato devono soprattutto rilassarsi e riposare, quando possibile, e dimenticare completamente l’alcol, i cibi grassi e poco digeribili.
Devono limitare l’assunzione di acqua e di liquidi e tenere sotto controllo il peso.
E devono soprattutto chiedere sempre consiglio al medico, sui medicinali da prendere e sulla dieta o corretta alimentazione in caso di malattie del fegato e calcoli biliari.



Fonti:

- Ministero della Salute (www.salute.gov.it)
- INRAN (www.inran.it)
- SINU Società Italiana Nutrizione Umana (www.sinu.it)
- EUFIC European Foundation of food information (www.eufic.org)
- ADI Associazione dietisti italiani (www.andid.it)
- ISS Epicentro Istituto Superiore di Sanità (www.iss.it)
- AMDI Associazione italiana medici diabetologi (www.aemmedi.it)

- Food Choices and Coronary Heart Disease: A Population Based Cohort
Study of Rural Swedish Men with 12 Years of Follow-up
Sara Holmberg, Anders Thelin and Eva-Lena Stiernström
Int. J. Environ. Res. Public Health 2009, 6, 2626-2638; doi:10.3390/ijerph6102626

- Children's liking and wanting of snack products: Influence of shape and flavor
Djin G Liem and Liesbeth H Zandstra
International Journal of Behavioral Nutrition and Physical Activity 2009, 6:38





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 09/12/2016