Indietro

Come proteggere il benessere dell’ambiente vaginale

clicca per votare





Igiene intima vaginale Igiene intima vaginale


Scritto da

Dr.ssa Maria Letizia Primo


Pubblicato il 05/08/2014

Modificato il 05/08/2014

L’equilibrio della microflora batterica è indispensabile per assicurare alla donna il benessere dell’ambiente vaginale, cioè la protezione dall’attacco di agenti esterni potenzialmente dannosi. Questo equilibrio si basa sul rapporto di numerosi fattori e soprattutto dalle variazioni ormonali che dipendono dall’età della donna.

Il benessere e l’equilibrio della flora batterica vaginale sono condizionati dalla variazione degli estrogeni che determinano la concentrazione di glicogeno vaginale che, a sua volta, regola la proliferazione dei Lattobacilli acidofili, fondamentali per l’equilibrio della microflora vaginale.

Cosa sono i lattobacilli acidofili? Hanno il compito di regolare il ph vaginale e combattere le infezioni batteriche, dunque svolgono un’azione basilare per il benessere intimo della donna inibendo la proliferazione dei microrganismi che possono causare le infezioni intime. Non a caso, i disturbi e le infezioni vaginali si manifestano quando diminuisce la presenza dei Lattobacilli acidofili.

La corretta igiene intima è la prevenzione più efficacecontro i disturbi vaginali, per questo è fondamentale scegliere un detergente rispettoso del ph naturale intimo. In linea di massima, diciamo che sono da evitare i lavaggi troppo frequenti e i detergenti aggressivi. Una scelta adeguata è Glizigen gel intimo, un detergente a base di acido glicirrizico e acido lattico: l’acido lattico mantiene il ph fisiologico che garantisce un’ottimale protezione vulvovaginale, l’acido glicirrizico attivato dall’azione antinfiammatoria contribuisce ad alleviare irritazioni ed arrossamenti di diversa causa e natura. C’è anche Glizigen spray intimo, la comoda formulazione spray ideale per chi passa molto tempo fuori casa o in viaggio, ed è particolarmente indicato per non sentirsi mai a disagio durante il ciclo mestruale, dopo attività sportive, prima e dopo rapporti sessuali e nei periodi caldi.

È importante tutelare il ph acido (≤ 4.5) perché:
 - Favorisce l’adesione dei lattobacillialla mucosa vaginale e interferisce con l’aderenza batterica sulle cellule epiteliali;
- Stimola l’azione dei neutrofili;
 - Aiuta la crescita preferenziale dei Lattobacilli acidofili (acidophilus, casei, fermentum, cellobiosus, crispatus, gasseri);
- Inibisce la crescita dei batteri anaerobi;
- Rende inattivigli enzimi batterici (sialidasi);
- Diminuisce l’infettività del Trichomonas vaginalis;
- Riduce l’azione infettiva da Chlamydia tracomatis.

L’equilibrio del ph vaginale si può alterare per varie cause, per esempio per una ridotta concentrazione di estrogeni, per la presenza di muco cervicale, di una gravidanza, a causa del sangue mestruale o ancora per l’uso di antibiotici locali e sistemici. In quest’ultimo caso, per reintegrare la flora battericaè consigliatoassumere per almeno 1 meseprobiotici come il Symbiolact comp osimbiotici come il Proflora.

Alcuni consigli su come proteggere il benessere dell’ambiente vaginale.

Durante il lavaggio delle parti intime è consigliato partire dalla vulva verso l’ano e mai viceversa, e asciugarsi con molta cura e delicatezza con asciugamani di lino, canapa o cotone di uso personale e lavati ad alte temperature. L’igiene intima quotidiana deve essere particolarmente accurata durante un’infezione, il flusso mestruale e dopo ogni rapporto sessuale: in queste circostanze la mucosa vaginale subisce un cambiamento del ph ed èpiù esposta all’attacco di batteri patogeni.
La biancheria intima in fibre naturali, per esempio di cotone non trattato e bianco, inibisce la proliferazione dei batteri. Gli abiti troppo aderenti non permettono il ricambio dell’aria emantengono un ambiente caldo umido che favorisce la comparsa di irritazioni e infezioni. Anche per questo bisogna evitare l’accumulo di strati, come salvaslip, mutandine di nylon, collant, body e pantaloni, e appena possibile sarebbe utile liberarsi della biancheria intima per permettere una traspirazione naturale e ottimale.

Una valida protezione contro i batteri dannosi per l’equilibrio vaginale è la corretta alimentazione: è bene limitare l’assunzione di carboidrati raffinati, lieviti e zuccheri, e mangiare al mattino uno yoghurt addizionato con probiotici o del kefir. Un cucchiaio di semi di lino a colazione ricchi di fitoestrogeni naturali può aiutarci nell’ipoestrogenismo così come Symbiofem bustine una al giorno per almeno 3 mesi consecutivi.



Fonti:

Per saperne di più:
- Postmenopausal women with recurrent UTIR Raz e coll  Infectious Diseases Unit, Haemek Medical Center, Faculty of Medicine, The Technion, Haifa, Israel http://dx.doi.org/10.1016/S0924-8579(00)00355-1;
- Urogenital infections in women: can probiotics help? G Reid A W Bruce;
- Postgrad Med J2003;79:428-432 doi:10.1136/pmj.79.934.428
- Baba M. Antiviral Research 7, 1987;
- Martin P.C. et al. Acta Ophtalmologia 76, 1989;
- Bratzke B. et al. Hautarzt 42, 1991; Thin R.N. Am.J.Med. 85/2, 1988;
-Asvesti C. et al. Clin.Experim. Dermatol. 16, 1991;
- Pompei R. Istituto di Microbiologia e Virologia di Cagliari, IG-MOD. 36/3, 1980- 6/3, 1983-83/2, 1995;
-ToshioHattori et al. Antiviral Res. 11,1989;
- Badam L. IndianPharmacol. 26/3, 1994.





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 11/12/2016