Geloni: come prevenirli?

clicca per votare





Prevenire i geloni Prevenire i geloni Geloni Geloni


Scritto da

Dott.ssa Maria Letizia Primo


Pubblicato il 28/01/2014

Modificato il 28/01/2014

La considerazione più ovvia è che i geloni si prevengono evitandone l’insorgenza: sì, ma come?

In un articolo precedente abbiamo parlato delle cause dei geloni, e se ricordate abbiamo inserito al primo posto il freddo. Quindi, per prevenire i geloni, è necessario evitare lunghi periodi di esposizione al freddo, ma se c’è già, ricordate di:
- non avvicinare mai le parti colpite da geloni a fonti dirette di calore dopo averle esposte al freddo;
- non toccare mai l’acqua molto calda o molto fredda con mani e piedi congelati, poiché le brusche variazioni di temperatura possono peggiorare i sintomi dei geloni;
- non restare mai troppo a lungo con le estremità di mani e piedi bagnate.

Quando uscite di casa, coprite tutta la pelle esposta e indossate diversi strati di vestiti, guanti e calzature che mantengano il calore, e mantenete il viso e le orecchie al caldo con sciarpa e cappello. Ricordate anche di non fumare, perché  il fumo restringe i piccoli vasi sanguigni periferici e facilita la comparsa di geloni.

La buona alimentazione aiuta sempre, anche a prevenire i geloni. Esistono infatti alcuni cibi che migliorano l’efficienza dei vasi sanguigni e che vanno inseriti nella dieta quotidiana. Per esempio gli alimenti ricchi di vitamine, come carote, spinaci e cavoli, tutti contenenti betacarotene che mantiene elastici i piccoli vasi sanguigni.
Soffrire di geloni può indicare una carenza di calcio e silice perciò bisogna integrare nella dieta cereali, noci, mandorle, semi di sesamo, miglio e avena. È bene aggiungere anche alimenti che contengano acidi grassi, vitamina K e vitamina E per aiutare la pelle a mantenere il giusto equilibrio. Sì anche all’ananas, ricco di bromelina, un antinfiammatorio naturale. Gli omega3 non possono mancare, perché sono acidi grassi polinsaturi indispensabili da apportare all’organismo sia con integratori a base di olio di borragine o di lino, sia con il consumo di pesce come sgombro, salmone e pesce azzurro. I cavoli, gli agrumi come arance, pompelmi, mandaranci e mandarini sono una miniera di vitamina C, preziosa perché contribuisce alla salute delle pareti dei vasi sanguigni e aiuta a tenere lontani i geloni. Infine,  raccomando di integrare la dieta con i frutti di bosco anche se non sono di stagione, come more e mirtilli, perché possiedono grandi quantità di bioflavonoidi, utili sempre per salvaguardare i vasi sanguigni.

Per prevenire i geloni si possono anche bere alcuni infusi e tisane a base di piante particolarmente efficaci e salutari per i vasi sanguigni, come la salvia che svolge una forte attività lenitiva: far bollire 5/6 foglie di salvia in 1litro d’acqua e immergere le parti colpite in una bacinella con acqua tiepida che le contiene. Il trattamento va ripetuto per 10 minuti per 2-3 volte a settimana L’azione lenitiva della salvia è molto efficace per prevenire il disturbo o per interromperne lo sviluppo dopo che il gelone ha fatto la sua prima comparsa. Poiché la salvia non possiede alcuna controindicazione, queste applicazioni si possono ripetere anche tutti i giorni.

Per prevenire i geloni, possiamo preparare un ottimo olio da massaggio con 10ml di olio di calendula infuso; 2 gocce di olio di geranio; 2 gocce di olio di lavanda; 2 gocce di olio di pepe nero; 2 gocce di olio di tea tree. Frizionare le parti interessate almeno una volta al giorno come prevenzione aggiungendo qualche goccia del preparato a della crema base o a quelle precedentemente suggerite. Anche un leggero massaggio alle estremità ogni mattina con limone appena spremuto e olio di mandorle dolci tiepido aiuta a prevenire i geloni e migliora la circolazione.

Mettere a bagno le mani o i piedi in un infuso caldo di fiori di calendula ed un cucchiaio di sale marino integrale o sale rosa dell’Himalaya è un ottima prevenzione per i geloni, ma può essere utilizzato anche nel caso in cui i geloni siano già presenti. Mettere i fiori di calendula in un pentolino con del latte, e il composto cotto per alcuni minuti va fatto intiepidire e poi spalmato sulle parti arrossate e doloranti.

Contro i geloni ai piedi: alternare ogni 5 minuti per mezzora un pediluvio caldo con aggiunta di olio alla calendula e un pediluvio freddo, massaggiando, dopo averlo eseguito, con olio di calendula, arnica o olio di oliva.

 

L’esercizio fisico è ottimo per prevenire i geloni, poiché favorisce una migliore circolazione periferica. Nel trattamento dei geloni un valido supporto è rappresentato anche dall’assunzione di integratori alimentari a base di Allium Sativum (aglio estratto dal bulbo, deodorizzato e ad alto tenore di allicina), Policosanoli (da cera di riso), Cucurbita Pepo (estratto di semi di zucca), Ginkgo Bilboa (estratto secco dalle foglie), Vitamine C ed E: l'azione convergente e sinergica di questi componenti agisce sui fattori chiave per una corretta circolazione ematica, sia periferica che centrale, contrasta l'azione nociva dei radicali liberi ed è attiva sul controllo del metabolismo di trigliceridi e colesterolo, favorendo la regolarizzazione della pressione arteriosa.



Fonti:

Per saperne di più:

1. Ivo Bianchi Il regno dei funghi parte 2 La medicina Biologica n° 2 /2007 pag 59-60
2. Ivo Bianchi Le ranuncolacee La medicina biologica n°2/2006 pag 44-45
3. Eritema pernio / R. Gianotti, A. Coggi, E. Alessi. - In: Incontri dermatologici. - 21:2(2007), pp. 46-46. Convegno Incontri Dermatologici: Meeting tenutosi a Segrate (MI) nel 2007.
4. G. Micali e coll. Le basi della dermatologia Grafiche Porpora Milano 2012
5. Bruno Brigo Omeopatia e dermatologia Prevenzione e trattamento delle affezioni cutanee Tecniche Nuove 2001





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 07/12/2016