Indietro

Piante medicinali: la manna di frassino

clicca per votare





Manna di Frassino Manna di Frassino


Scritto da

Dott.ssa Maria Letizia Primo


Pubblicato il 24/01/2014

Modificato il 24/01/2014

Le piante medicinali sono degli organismi vegetali che contengono alcuni principi utili per scopi terapeutici, come per esempio la manna di frassino.

La manna pura è un essudato zuccherino che si ricava dalla linfa delle varietà di frassino maggiore; la composizione qualitativa e quantitativa è molto complessa e l'incidenza percentuale dei suoi costituenti dipende da diversi fattori: zona di provenienza, età del frassino, costituzione chimico-fisica del terreno e la sua esposizione, andamento stagionale, tipologia di manna utilizzata.

Le specie di frassino più diffuse in Italia da cui si ricava la manna pura sono:

- Fraxinus angustifolia noto col nome di Frassino meridionale. Nel XVIII secolo la frassinicoltura ebbe un notevole sviluppo in tutta la provincia di Palermo, attualmente sopravvive soltanto in un'area di circa 100 ettari ricadente nei territori dei comuni di Castelbuono e Pollina.

- Fraxinus ornus noto come Orno o Orniello è utilizzato per la produzione della manna e chiamato comunemente anche Frassino da manna o Albero della manna.

Le tecniche di estrazione sono rimaste immutate nei secoli: la linfa fuoriesce dalla corteccia per la puntura degli insetti Cicada orni o per incisioni praticate dall'uomo con l’utilizzo di un particolare coltello detto "mannaruolu"; la linfa che cola si rapprende rapidamente a contatto con l’aria e cade su una scodella posta alla base della pianta. Da questa pianta medicinale, con un’estrazione tradizionale si hanno cannoli di circa 10 cm (la più pregiata è manna da cannolo) che corrispondono più o meno al 5% della produzione totale; il restante 95% è manna raschiata che viene solitamente destinata all’industria di estrazione della mannite

Uso della manna. La manna ricavata dalla pianta medicinale del frassino svolge numerose azioni benefiche per altrettanti numerosi disturbi:
- è un blando purgante esente da controindicazioni, particolarmente adatto alla primissima infanzia, alle donne gravide e alle persone molto anziane debilitate e convalescenti. La manna ricavata dalla pianta medicinale viene somministrata nel latte, in bevande calde oppure se ne scioglie un pezzetto grosso come una nocciola in poca acqua tiepida e si aggiunge al pasto:
- agisce contro la stipsi perché attira acqua nell'intestino e facilita lo svuotamento del colon;
- è fluidificante, emolliente e sedativo della tosse e svolge un’azione benefica sull'apparato respiratorio;
- è un dolcificante naturale a basso contenuto di glucosio e fruttosio, utilizzabile come dolcificante per diabetici. Contiene principalmente mannitolo (50-60%) cui si deve l’effetto purgante ed altre sostanze quali mannoso, mucillagini, tannini e resine che si comportano da antidiarroici perché assieme all'acqua assorbono eventuali tossine presenti nel lume intestinale.

La migliore qualità è la manna frassino cannolo, riconoscibile dal colore bianco, dalla forma di stalattite e dalla dimensione di almeno 3 centimetri. La manna da frassino non contiene impurità e può essere assunta da tutti perché non si conoscono controindicazioni correlate al suo utilizzo, se non la subocclusione intestinale e l’appendicite acuta.

Posologia:
Come digestivo e regolatore intestinale si consiglia l’assunzione di 10-15 g. di manna pura al naturale dopo i pasti principali, con regolarità per diversi giorni consecutivi.

Come lassativo la dose consigliata varia da 15-20 grammi al giorno da assumere la mattina, magari sciolta in una tazza di the o latte caldo.

Per un'azione purgativa la dose può arrivare a 30 grammi al giorno. Per 4 giorni continuare con la dose lassativa e, dopo il raggiungimento della regolarità intestinale procedere con la dose per azione digestiva.

Azione antiaging. Poco noto è l’utilizzo della manna come prodotto di bellezza. Questo estratto di pianta medicinale è ricco di oligoelementi antiossidanti attivi nella rigenerazione delle cellule. La manna risulta quindi utile per contrastare i danni dovuti all’eccesso di radicali liberi, molecole che causano un invecchiamento precoce e numerose malattie. In particolare, contro le rughe la manna può essere assunta al mattino durante la colazione, unendone un cucchiaino a tè, tisane o acqua. È adatta anche nella preparazione di maschere per il viso.

Ricette per usare la manna come cosmetico:

Maschera allo yogurt riequilibrante per pelli grasse e miste. Frullare 100 grammi di yogurt biologico intero assieme a 8-10 grammi di manna e ½ cucchiaino di miele. Stendere il composto sul viso per 15 minuti, 1-2 volte a settimana.

Maschera allo yogurt nutriente per pelli grasse e miste. Frullare 3 cucchiai di yogurt biologico intero assieme a 8-10 grammi di manna e 2 cucchiai di amido. Stendere il composto sul viso per 15 minuti, 1-2 volte a settimana asportando con un batuffolo inumidito di acqua di rose.

Maschera al cetriolo per la pelle sensibile tendente ad arrossamenti. Tagliare a pezzetti un cetriolo privato della scorza e frullare assieme a 8-10 grammi di manna. L'amalgama così ottenuta va spalmata sul volto e sul collo ben detersi. Lasciare agire per 15-20 minuti e asportare con un batuffolo umido prima di picchiettare il volto con acqua di rose.

Maschera all’avena nutriente ed ammorbidente. In 70 cc di latte, sciogliere 10 grammi di manna e tanta farina di avena quanta ne occorre per ottenere un impasto facilmente spalmabile sul volto e sul collo. Lasciare agire 15-20 minuti e asportare con un batuffolo umido prima di picchiettare il volto con acqua di rose.

 

In commercio è presente la mannite, un prodotto spesso confuso con la manna: una sostanza zuccherina di sintesi industriale ricavata dalla fermentazione della melassa di barbabietola operata da alcuni schizomiceti capaci di ridurre gli esosi a mannitolo. Naturalmente le proprietà organolettiche sono diverse. Per avere la vera manna da frassino estratta dalla pianta medicinale, bisogna rivolgersi in erboristeria e chiedere il consiglio di un esperto in omeopatia.



Fonti:

- Marzio Pedretti "L'erborista moderno”
- Le nostre piante medicinali Perugini Billi Ed Junior 2004 BG
- Enrica Campanini "Dizionario di fitoterapia e piante medicinali"
- Fabio Firenzuoli "Le 100 erbe della salute".
- Drought stress has contrasting effects on antioxidant enzymes activity and phenylpropanoid biosynthesis in Fraxinus ornus leaves: an excess light stress affair?Fini A, Guidi L, Ferrini F, Brunetti C, Di Ferdinando M, Biricolti S, Pollastri S, Calamai L, Tattini M.J Plant Physiol. 2012 Jul 1;169(10):929-39. doi: 10.1016/j.jplph.2012.02.014. Epub 2012 Apr 24.
- Isolation and characterisation of bacterial colonies from seeds and in vitro cultures of Fraxinus spp. from Italian sites.Donnarumma F, Capuana M, Vettori C, Petrini G, Giannini R, Indorato C, Mastromei G.Plant Biol (Stuttg). 2011 Jan;13(1):169-76. doi: 10.1111/j.1438-8677.2010.00334.x.PMID:21143738
- Fraxinus ornus L.Kostova I.Fitoterapia. 2001 Jun;72(5):471-80. Review.PMID:11429238
- http://www.ilfrassino.it/
- http://www.lamannadizabbra.com/





Commenti

  • il 13/01/2016

    mannapollina ha commentato:


    Salve a tutti sono un produttore di manna di Pollina per info e prenotazioni scrivetemi a salvuccio1991@libero.it grazie a tutti

  • il 27/01/2014

    PINFAB ha commentato:


    ero convinto che la mannite fosse quella naturale e mi stupivo della grande differenza di prezzo tra i prodotti acquistabili in farmacia; adesso che ho qualche notizia in più capisco il valore (anche culturale) della vera manna di frassino

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 04/12/2016